Piazza Loggia, chiesto giudizio per due neofascisti

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – MILANO, 05 OTT – La Procura dei minori di Brescia e
    quella ordinaria hanno chiesto il rinvio a giudizio di Marco
    Toffaloni e Roberto Zorzi, due presunti esecutori materiali
    della strage di Piazza della Loggia, che provocò otto morti e
    oltre 100 feriti il 28 maggio del 1974 nel corso di una
    manifestazione dei sindacati, promossa contro l’escalation di
    attentati di matrice fascista in città.
        I due all’epoca avevano 17 e 20 anni. Secondo l’accusa i due
    neofascisti ebbero un ruolo nella fase esecutiva dell’attentato.
        Toffaloni, sarebbe stato in piazza quella mattina (ci sarebbe
    anche una foto a testimoniarlo); l’altro invece ne avrebbe
    condiviso politicamente e moralmente il mandato.
        Marco Toffaloni vive in Svizzera, mentre Zorzi alleva doberman
    nello stato di Washington, negli Usa.
        Nel frattempo a Brescia sono in corso le udienze per
    decidere sulla richiesta di revisione della condanna
    all’ergastolo di Maurizio Tramonte, l’ex Fonte Tritone dei
    sevizi, condannato all’ergastolo per l’eccidio con il medico
    veneziano Carlo Maria Maggi, ex ispettore di Ordine Nuovo per il
    Triveneto, deceduto negli anni scorsi, (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte