Pirlo ‘laureato’ tecnico, “il mio è calcio totale”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 16 SET – Un calcio “totale e collettivo”,
    basato sul possesso palla, sull’aggressivita’ e sul superamento
    dei moduli “per un gioco che oramai e’ diventato liquido”. E
    come modello il Barcellona di Crujff e Guardiola, il Milan di
    Ancelotti, la Juve di Conte: questo e’ “il calcio che vorrei”
    secondo Andrea Pirlo. L’allenatore della Juve ha ottenuto il
    diploma Uefa Pro con la votazione finale di 107 su 110 (meglio
    di lui solo Thiago Motta, 108), e la sua tesi finale di 30
    pagine dà indicazioni sul futuro del neotecnico. Al centro del
    suo pensiero, “il pallone: dobbiamo tenerlo il piu’ possibile
    quando attacchiamo, e avere una ferocia agonistica per
    riconquistarlo quando lo perdiamo” (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte