POPIELUSZKO – NON SI PUÒ UCCIDERE LA SPERANZA

  • Le proposte di Reggini Auto

  • La lotta per la libertà

    due momenti della storia del Novecento visti attraverso il cinema

    POPIELUSZKO – NON SI PUÒ UCCIDERE LA SPERANZA

    Teatro Concordia, Borgo Maggiore – giovedì 10 dicembre 2009, ore 21.00

    In occasione del 61° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani l’Ufficio Attività Sociali e Culturali e il Centro Sociale Sant’Andrea promuovono la seconda serata del ciclo La lotta per la libertà.

    Giovedì 10 dicembre p.v., alle ore 21.00, presso il Teatro Concordia di Borgo Maggiore, verrà proiettato in prima visione il film Popieluszko – Non si può uccidere la libertà, diretto da Rafal Wieczynski, evento speciale al recente Roma Film Festival e film selezionato per il Tertio Millenio Film Festival.

    Il film rievoca la figura di padre Jerzy Popieluszko, raccontandone l’appassionante vicenda umana, nella quale la fede religiosa si intrecciava con l’impegno sociale e politico. Padre Popielusko fu uno dei massimi protagonisti di quella stagione, all’inizio degli anni Ottanta, che in Polonia aprì la strada al crollo del regime comunista e alla conquista della democrazia, attraverso le lotte sindacali di Solidarnosc, duramente represse fino al colpo di stato militare di Jaruzelski.

    Popieluszko divenne il punto di riferimento spirituale di un movimento popolare inarrestabile, e pagò il suo impegno con la vita: dopo vari tentativi di arrestarlo con accuse infamanti e false, il giovane sacerdote fu infine sequestrato, e barbaramente ucciso. Il suo corpo, massacrato e sfigurato, fu gettato in fondo a un lago.

    Il film costituisce dunque non solo l’occasione per conoscere un momento cruciale della storia europea contemporanea, ma anche per riflettere su quanto la libertà e i diritti umani siano conquiste pagate a caro prezzo, che non si possono mai dare per scontate e definitivamente acquisite, ma sempre in pericolo e da difendere.

    La lotta per la libertà è un evento promosso dall’Ufficio Attività Sociali e Culturali e da: Centro di Solidarietà San Marino, Centro Sociale Sant’Andrea, Fondazione Santo Marino, Fondazione Internazionale Giovanni Paolo II, Paneuropa San Marino, MSP San Marino, Cooperativa Culturale Il Sentiero, Biblioteca Popolare di Serravalle, Associazione Stalker Rimini, Associazione Culturale Fontana Viva, Centro Culturale Walter Tobagi Carpegna, Culturacattolica.org,

    con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia in Italia e delle Segreteria di Stato per gli Affari Esteri e per la Cultura.

    Ingresso: interi € 5,00; ridotti € 4,00

    Per informazioni: Centro Sociale Sant’Andrea tel. 0549 900759; e-mail: csandrea@omniway.sm; Teatro Concordia tel. 0549 883030; e-mail [email protected]

    San Marino, 7 dicembre 2009

    Ufficio Stampa tel. 0549 882544 e-mail: [email protected]