PREMIATI GLI ATLETI PIU’ RAPPRESENTATIVI E LE SOCIETA’ CAMPIONI SAMMARINESI 2009

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Diverse generazioni tutte insieme appassionatamente, riunite nel nome di una appartenenza comune, ovvero l’atletica leggera. Nella tradizionale cena di fine stagione, svoltasi al ristorante Globo di Serravalle, la Federazione Sammarinese Atletica Leggera ha dunque celebrato in maniera conviviale un 2009 veramente ricco di impegni, con la partecipazione a tanti prestigiosi appuntamenti internazionali, oltre al consueto calendario di gare sul territorio dell’antica Repubblica.

    “E’ stato un anno intenso per il nostro movimento – ha sottolineato Giorgio Urbinati, presidente della Federazione Sammarinese Atletica Leggera, tracciando un bilancio della stagione che sta ormai per andare in archivio – e in particolare i Giochi dei Piccoli Stati di Cipro sono stati la trasferta più importante. Tutti i nostri portacolori si sono ben comportati, come confermano i tanti record nazionali battuti, con la ciliegina della medaglia di bronzo vinta da Ivano Bucci nei 400 metri. Non dobbiamo però dimenticare rassegne di livello assoluto come i Giochi del Mediterraneo di Pescara o i Mondiali a Berlino, o ancora gli Europei indoor a Torino e la Coppa Europa, dove Eleonora Rossi ha disputato ben cinque gare in due giorni”.

    “Credo che a Cipro abbiamo raccolto i frutti del lavoro portato avanti negli ultimi due anni – ha aggiunto il commissario tecnico Mauro Rossini – ed è stato proprio il gruppo a fare la differenza, non l’exploit di un singolo. Ecco perché è giusto sottolineare positivamente come è andata questa edizione dei Giochi dei Piccoli Stati”.

    Proprio in tale ottica sono stati consegnati riconoscimenti agli atleti che si sono messi maggiormente in evidenza, con le premiazioni effettuate dagli altri componenti del consiglio federale (il vice presidente Irene Biordi, il segretario Linda Borgagni, il tesoriere Sara Cupioli e i membri Cinzia Battistini, Simone Bruno e Guglielmo Masia). In particolare da qualche anno la Federatletica ha istituito una borsa di studio per chi concilia l’attività agonistica con buoni risultati a scuola, assegnata per il 2009 a Simone Stacchini, mentre un premio speciale ha meritato Barbara Rustignoli che si è laureata con il massimo dei voti. Come atleti più rappresentativi sono stati poi premiati Ivano Bucci e Martina Pretelli, autrice “del miglior risultato tecnico assoluto con 970 punti nella tabella Iaaf”, come ricordato da Urbinati, calatosi alla perfezione nei panni di padrone di casa. Altri riconoscimenti sono quindi andati agli altri nazionali Barbara Rustignoli, Federico Gorrieri, Matteo Mosconi, Luca Maccapani e Sara Maroncelli, che si è vista consegnare anche una fascia di “miss simpatia” con un premio extra.

    Il massimo dirigente federale ha approfittato dell’occasione anche per ufficializzare le date della stagione 2010, che si aprirà con i Mondiali indoor a Doha (Qatar) dal 12 al 14 marzo, per culminare con gli Europei di Barcellona alla fine di luglio. Quindi si è proceduto alla premiazione dei campionati sammarinesi per società, che per la corsa su strada ha visto il Gruppo Podistico Amatoriale farla da padrone assoluto (ha ritirato i trofei il presidente Carlo Tasini), imitato in ambito giovanile maschile dall’Olimpus (il Gpa ha prevalso anche fra le ragazze) che ha invece fatto man bassa di titoli nel settore pista, precedendo nelle varie graduatorie Track & Field e Gpa.