PSD. San Marino Innovation sarà la volta buona?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

In queste ore il governo sta facendo una grande propaganda al cosiddetto “Decreto blockchain”. Si ricorre di nuovo alle parole “hub mondiale”: ora in riferimento alla Tecnologia del Registro Distribuito, nella primavera del ’17 al sistema bancario e finanziario. Quella volta l’esito fu disastroso, da allora 2 banche sono state chiuse, nessuna aperta e persi centinaia di milioni di euro.

Ad un anno e mezzo dalla nomina del Dott. Mottola al San Marino Innovation gli unici effetti che abbiamo notato sono quelli di una scientifica sostituzione di tutti i collaboratori dell’ex Parco Scientifico, la cancellazione di tutto il lavoro fatto per l’agenzia digitale, la proliferazione di dipendenti, con addirittura la presenza di 2 consiglieri di maggioranza, tanti annunci, molta fuffa.

Nella speranza che stavolta i fatti vadano diversamente, invitiamo il governo ad essere più cauto e realistico. Il PSD ritiene sia importante orientare San Marino verso l’innovazione e di diffondere professionalità avanzate in settori tecnologici, spesso però titoli altisonanti non hanno prodotto alcunché di buono. Non sarà di nessun sollievo rispondere che prima di questo governo la strada presa non era quella giusta, c’è bisogno di avere risultati concreti per dimostrare che oltre ad essere un potenziale (ormai in atto) nuovo carrozzone, il San Marino Innovation sia in grado di far partire qualcosa di efficace sulla innovazione e far riconoscere la Repubblica per tale ambito. 

Il PSD seguirà quindi le vicende relative a tale ambito con attenzione e si aspetta che gli annunci producano ben altro rispetto a quanto visto negli ultimi mesi.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com