Pugilato: Russo celebrato al Dap da Oliva, Damiani e Stecca

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 05 OTT – Un nuovo inizio per Clemente Russo,
    la cui carriera agonistica è stata celebrata in un evento
    organizzato dal Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria
    (Dap), in collaborazione con la Federazione pugilistica italiana
    (Fpi), alla presenza di tanti suoi maestri e mentori. “Ringrazio
    il prezioso team di formatori, da Patrizio Oliva, Francesco
    Damiani fino a Giuseppe Foglia, che, insieme a tutto lo staff
    della federpugilato – ha detto Russo -, mi hanno dato la
    possibilità di crescere dentro e fuori dal ring e di farlo in
    sintonia con quella che è la mia seconda famiglia, il Gruppo
    sportivo delle Fiamme Azzurre. Ora continuerò a militare nella
    boxe ma stavolta da tecnico, alla ricerca del talento”.
        Con un record di più di trecento incontri disputati, di cui
    214 per ko, Russo si è congedato dal ring a fine luglio da
    bicampione del mondo e due volte vicecampione olimpico, pronto a
    ripartire per far crescere le nuove leve. Un obiettivo da sempre
    perseguito dalla sezione pugilato delle Fiamme Azzurre, che ha
    realizzato numerose iniziative in sinergia con la Fpi, potendo
    contare su validi atleti e agenti come Vincenzo Mangiacapre,
    Mirko Carbotti, Gerlando Tumminello. Ed una direzione che ben si
    sposa con l’intuizione del presidente federale D’Ambrosi che ha
    affidato a Damiani, Osservatore responsabile delle compagini
    giovanili, e Oliva, Responsabile tecnico della Nazionale
    Schoolboy, il compito di formatori in vista dei prossimi
    appuntamenti olimpici. Con loro il terzo Ambassador Fpi, Stecca,
    per una triade preziosa che oggi ha ricordato i momenti più
    belli ed emozionanti vissuti con l’allievo e amico Clemente.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte