Quel video caricato sul web prima dell’attacco al bus. Su YouTube un video dell’autista che, a volto scoperto e in primo piano, esorta gli africani: “Sollevatevi”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Emergono nuovi dettagli sull’attacco al bus da parte di Ousseynou Sy, l’autista 47enne di origini senegalesi che questa mattina ha dirottato e tentato una strage di bambini nel Milanese. E a riferirli è il pm antiterrorismo di Milano, Alberto Nobili, che ha aggiunto: “Voleva punire l’Europa per la politica che sta seguendo inaccettabile contro i migranti. Ha sostanzialmente ammesso la sua condotta e la premeditazione, lo aveva ponderato da qualche giorno”. E ancora: “Ha fatto tutto da solo, non ha consultato nessuno e non ha ricevuto nessuna direttiva. Voleva che tutto il mondo potesse parlare della sua vicenda e prendere atto che le morti in mare con bambini sbranati da squali dovevano finire”.

Il video è stato diffuso e inviato, tra ieri sera e stamane, sia ad alcuni amici a Crema che ad alcuni parenti in Senegal.

Il pm ha escluso che Ousseynou Sy sia inquadrabile in un contesto radicalizzato o di stragismo islamico: “Sembra piuttosto un lupo solitario”. Secondo il pm l’uomo non aveva fatto alcuna riflessione di legarsi all’Isis. Sy è comunque indagato per sequestro di persona, strage, incendio con l’aggravante terroristica, poiché il suo gesto ha creato panico e paura in un gran numero di persone.

Intanto, Salvini ha annunciato il pugno duro: “Domani mando una circolare a tutti i sindaci per fare quello dovrebbe essere scontato ma che non tutti fanno: chi lavora a contatto col pubblico porti la fedina penale. Certificato penale obbligatorio, possibilità di revoca della cittadinanza se c’è aggravante di terrorismo e videosorveglianza nelle scuole e negli asili nido. Voglio capire chi gli ha messo in mano quell’autobus a questo signore”.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com