Ricusazione2 per Ceccarini…stavolta è l'ordine degli avvocati!!!

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Ecco la richiesta integrale della RICUSAZIONE

     

     

     

     

    Raccomandata a.r.

    Ecc.mi

    Capitani Reggenti

     

    Ill.mo Signor

    Ivan Foschi

    Segretario di Stato

    per la Giustizia

     

    e, p.c.:

    Ill.mo Signor

    Magistrato Dirigente del

    Tribunale Unico della

    Repubblica di San Marino

    Dr. Valeria Pierfelici

     

    LORO SEDI

     

    Prot. n. 13312008

     

    Repubblica San Marino, 1 settembre 200811707 d.F.R.

     

    Oggetto: Ricusazione Commissario Ceccarini.

     

    Invio la presente nella mia veste istituzionale in quanto le recenti

    vicende che hanno visto il Commissario Aw. Vittorio Ceccarini sottoposto ad un

    i -.” giudizio di ricusazione, per i noti fatti accaduti nel corso del procedimento penale

    “Biagiolin, sono state oggetto di attento vaglio da parte delllAssemblea dell’ordine.

    L’Assemblea ha attentamente esaminato le vicende che hanno

    coinvolto i membri dell’ordine nelle varie fasi del citato processo a cominciare

    dall’alterco con I’Aw. Gian Nicola Berti presente in aula in rappresentanza dell’ordine

    degli Awocati, alla lettera anonima che indicava presunti rapporti di amicizia tra

    l’imputato ed il Magistrato ed infine alle offese rivolte dall’Aw. Ceccarini alla Collega

    Aw. Gianna Burgagni, tanto più gravi in quanto riguardanti l’attività svolta in veste di

    difensore di una della parti processuali.

     

    Tali fatti, a nostro parere, non hanno trovato giusta valutazione nella

    sentenza emessa dal Prof. Canestrari e relativa al ricorso per ricusazione proposta

    dalla Collega Aw. Gianna Burgagni; solo per inciso, si segnala che nel corso del

    suddetto procedimento il Giudice Ceccarini ha svolto funzioni di awocato indossando

    la Toga, interrogando i testi, ecc.

    Il Magistrato Decidente pur riconoscendo la gravità della condotta

    [. tenuta dall’Aw. Ceccarini, non ha ritenuto di sanzionarla e neppure l’invito

    all’astensione formulato nella parte finale della sentenza ha trovato accoglimento.

    Stante pertanto l’estrema gravità della situazione e la fissazione

    dell’udienza dibattimentale per il 10 settembre prossimo, si ritiene opportuno chiedere

    la convocazione di un Consiglio Giudiziario che proweda a valutare l’esistenza di una

    effettiva incompatibilità ambientale in cui si è venuto a trovare il Commissario Vittorio

    Ceccarini e che quindi valuti l’opportunità di disporre l’assegnazione del procedimento

    al altro Magistrato.

    Con perfetta osservanza.

     

    Il Presidente Avv.Manuel Micheloni