Rimini. Arrestato un tunisino per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Proseguono con incisività i servizi di prossimità posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del Capitano Sabato Landi, finalizzati alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio ed al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, problematica abbastanza diffusa sul territorio e per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei Carabinieri. Sviluppando le segnalazioni pervenute da numerosi cittadini i Carabinieri hanno intensificato i servizi nello specifico settore impiegando, in sinergia tra di loro, personale in uniforme e militari in abiti civili.

    In particolare, nel corso della serata di ieri martedì 24 ottobre, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa del NORM della Compagnia di Rimini hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente F. T., cittadino tunisino classe 1981, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. In particolare, una pattuglia in abiti civili impiegata in un mirato servizio di controllo del territorio sul lungomare, notava il cittadino tunisino che, dopo aver confabulato con una giovane, scambiava con questa un qualcosa ricevendo in cambio una banconota da 20 euro. Pertanto i Carabinieri, ritenendo verosimile che si stesse configurando uno spaccio di stupefacenti, procedevano a bloccare la ragazza la quale consegnava spontaneamente una dose di eroina da circa 3 grammi ammettendo di averla acquistata poco prima dall’uomo. I militari procedevano a bloccare anche il cittadino tunisino, che nel frattempo stava provando ad allontanarsi in bicicletta, accertando come lo stesso, senza fissa dimora, di fatto fosse domiciliato in un residence poco distante. La successiva perquisizione domiciliare presso la stanza in uso all’uomo consentiva di rinvenire un involucro in cellophane contenente 320 grammi di eroina, debitamente occultato in un armadio, materiale vario per il confezionamento in dosi dello stupefacente nonché la somma contante di euro 500 ritenuta provento della pregressa attività di spaccio. Il tutto è stato sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso sulla sostanza.

    Condotto in caserma, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Rimini Via Flaminia in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Al termine dell’udienza di convalida, svoltasi nel corso della mattinata odierna, l’uomo è stato sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere.

    I Carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione allo specifico settore organizzando periodicamente analoghi servizi preventivi e repressivi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.