RIMINI. AUSL E MEDICO CONDANNATI PER LA MORTE DI UN ANZIANO

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Un’odissea di tre giorni a cui l’anziano paziente non sopravvisse. La Corte di Appello di Bologna ha condannato l’Ausl della Romagna e un medico in servizio al Pronto Soccorso dell’ospedale di Rimini in relazione alla morte di un 71enne deceduto il 7 luglio 2009 al “Bufalini” di Cesena per un’emorragia all’apparato digerente. La sentenza ha previsto anche un risarcimento di oltre 182 mila euro.

    Valter Brambilla, pensionato di Santarcangelo, aveva peregrinato tra i nosocomi della cittadina romagnola, Ravenna, Rimini, Cesena per dolori addominali, vomito, disturbi gastrici ma sempre dimesso dai medici di turno. L’indagine della magistratura e la causa intentata dalla famiglia, prima dalla vedova scomparsa l’anno scorso e poi dalla figlia, hanno stabilito l’omessa diagnosi del dottore Marino Galletti del Pronto Soccorso del capoluogo rivierasco.

    Salvatore Occhiuto