RN: Frenano presenze al mare, soprattutto di stranieri

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Presenze straniere in frenata sulle spiagge italiane, naturalmente con qualche eccezione a seconda delle località: è quanto raccontano gli operatori di luoghi simbolo del turismo tricolore come Rimini, Taormina e Grado, che sottolineano tuttavia la ‘tenuta’ delle presenze italiane, caratterizzate quest’anno da una contrazione dei soggiorni. Tutto col segno meno l’andamento finora nella cittadina romagnola, spiegano da ‘Rimini Reservation’: nei primi 12 giorni di luglio la contrazione rispetto al 2008 è stata del 27%, in linea con il -36% di giugno e il -28 di maggio. Ora, sottolineano, si guarda con una certa apprensione ad agosto, periodo nel quale le strutture della riviera operano quasi la metà del fatturato annuo. La gelata degli arrivi sembra aver colpito anche Taormina, dove, spiegano dal locale Ufficio Turismo, la flessione finora, soprattutto di stranieri, si sarebbe attestata al 18%. Meno grave la situazione per quanto riguarda gli italiani, in calo solo dell’1,74%. A Grado bene il giro d’affari delle terme, grazie soprattutto a una clientela composta per il 50% da vacanzieri di matrice tedesca; un po’ in affanno il mare, che ha scontato le condizioni meteo di alcuni giorni della prima parte dell’estate. Confermata anche nella località friulana la tendenza 2009, da parte soprattutto dei turisti italiani, ad accorciare i periodi di soggiorno.