Roma: Mourinho ‘io e Max risultatisti, non è un male’

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 16 OTT – “La Juve è una candidata forte per lo
    scudetto”, ha detto Josè Mourinho in conferenza stampa alla
    vigilia della sfida con i bianconeri. “Non è una squadra di 11
    bravi giocatori, ma hanno più di venti calciatori bravi e di
    esperienza”, ha sottolineato.
        Sul match ha aggiunto: “Non è una sfida tra me e Allegri, ma
    tra le due squadre. Io e Max risultatisti? Vero, ma è un termine
    che si usa per quelli che hanno vinto e non deve sembrare una
    cosa negativa. Questo è un concetto sbagliato, io e Allegri
    abbiamo vinto qualcosa e questo deve essere visto in maniera
    positiva”. Infine sull’arbitraggio di Orsato: “Prima della
    partita sono sempre contento del direttore di gara. Non mi
    interessa il passato e i risultati avuti con lui. Mi fido di
    tutti gli arbitri. Dopo la partita qualche volta loro sbagliano
    e qualche volta non sono felice e la critica esce, ma è
    normale”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte