Roma, stop a soste selvagge: a processo chi parcheggia male e blocca passaggio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

A Roma andrà a processo chi parcheggerà male, in doppia fila e impedendo la regolare viabilità soprattutto per quanto riguarda i mezzi pubblici: tutto nasce da una segnalazione dell’Atac.

Sono un centinaio le segnalazioni che l’Atac ha fatto presente in Procura: da qui nasce la decisione dei pm di dichiarare guerra nei confronti di chi ostruisce il regolare passaggio degli autobus a Roma – si legge su Tgcom: motorini al centro della carreggiata, parcheggi in doppia fila e addirittura in terza.

La maxi-indagine

Fino ad ora sarebbero dieci gli automobilisti coinvolti nella maxi-indagine: le violazioni sarebbero durate per circa 30 minuti, e riguarderebbero in generale le soste delle auto al di fuori degli stalli adibiti, che hanno impedito la regolare viabilità ai mezzi di servizio pubblico o di pubblica utilità.

Le zone ad alto rischio

Dopo la segnalazione dell’Atac è dunque partita l’indagine dell’aggiunto Paolo Ielo, risalente circa a un anno fa. Si tratta di una problematica che riguarda l’intera Capitale, ma che inevitabilmente riscontra livelli di urgenza in alcune aree interne. Le ingenti code di macchine si creano soprattutto nelle vie dello shopping: ad esempio via Cola di Rienzo, viale Marconi, via del Tritone e via Napoleone III risultano costantemente caratterizzate dall’invasione di macchine e furgoni nelle carreggiate riservate al transito degli autobus. Ad alimentare il problema sono anche i pullman di pellegrini, che per consentire la loro uscita si piazzano ai lati della strada bloccandone la corsia preferenziale. A risentirne maggiormente è sicuramente la zona di San Pietro, dove ingorghi, file e lunghe attese alle fermate sono ormai all’ordine di giorno. Il Giornale.it

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com