Sabato al Teatro Nuovo ”Candido – Viaggio tragicomico nel migliore dei mondi possibili”

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Sabato 23 gennaio 2010 alle ore 21.15 al Teatro Nuovo di Dogana, il Teatro della Tosse di Genova porterà in scena Candido – Viaggio tragicomico nel migliore dei mondi possibili, l’adattamento teatrale di Tonino ed Emanuele Conte del  romanzo Candido o dell’ottimismo di Voltaire, uno dei padri dell’illuminismo francese.

    Candido segna il ritorno della Compagnia genovese alle sue migliori tradizioni. Sia dal punto di vista della lettura del testo di partenza, il Candido (Candide ou l’optimisme, 1759) di François-Marie Arouet Le Jeune, noto come Voltaire, sia da quello della scenografia che utilizza al meglio alcune invenzioni del compianto Lele Luzzati, sia, dal punto di vista della concezione complessiva dello spettacolo, recitazione compresa: una summa delle qualità della nota compagnia teatrale.

    Lo spettacolo, contemporaneamente fedele al testo originale e positivamente innovativo, mette in circolo un’aria fantastica e malinconica di grande spessore espressivo. Una miscela godibilissima di colori, gioia di recitare, invenzioni giocose e malinconia del vivere, lucida sfiducia nella bontà del mondo che ci circonda. letto. La vicenda, notissima, è quella dei ricordi dell’ingenuo Candido che passa attraverso orribili esperienze per approdare alla tranquillità di una casetta di campagna in cui il maggior impegno è quello di coltivare l’orto. Il tutto all’insegna delle convinzioni del suo mentore che stiamo vivendo nel migliore dei mondi possibili. Un percorso che Emanuele Conte, regista dello spettacolo interpreta più come un itinerario tragico che non una pacificazione, un preannuncio della fine piuttosto che la conquista di una maturità. Uno spettacolo molto bello e di grande suggestione che vede il pubblico accompagnato in questa avventura da attori in carne e ossa che con maschere, invenzioni sceniche e pupazzi, “recitano” la loro parte per ribadire che il teatro è vera illusione, partecipazione, coinvolgimento.

    Conte ha portato in scena come narratore lo stesso Voltaire, ovvero Enrico Campanati ed ha mosso una doppia compagnia di interpreti: le marionette ad inizio spettacolo e gli attori. Le peripezie di Candido, di Pangloss, di Cunegonda, di Cacambo sono risolte con vivacità in un’azione che apre siparietti comici imprevisti, ma scivola, nel finale, in atmosfere nostalgiche. Il migliore dei mondi possibili cercato da Candido non esiste e alla fine resta solo rassegnazione.

    Il Teatro della Tosse, da sempre, pone al centro del proprio lavoro non l’attore, non il testo, non la regia e nemmeno la scenografia, ma tutti questi elementi insieme, dando così forma ad un “sogno al cubo” in cui la fantasia dello spettatore trova stimolo per avventure sempre nuove.

    E’ possibile acquistare i biglietti dello spettacolo presso la biglietteria del Teatro Nuovo da mercoledì20 gennaio fino alla data della rappresentazione, ogni pomeriggio, dalle ore 16,30 alle ore 20,30, oppure con carta di credito, telefonando in biglietteria o collegandosi al sito : www.sanmarinoteatro.sm