SAN MARINO 3.0, DOPO GLI ULTIMI FURTI, FAVOREVOLE AD UNA LEGGE PER LA DIFESA PERSONALE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • San marino 3.0Controllo del territorio zero, ma la colpa non è certo della Gendarmeria in quanto non ha i mezzi per farlo, è quello che sta venendo  fuori dopo gli ultimi efferati episodi di furti in abitazioni a Montegiardino.

    Addirittura questa volta i delinquenti volevano buttare giù la porta di ingresso a spallate, come veri e propri animali, con i proprietari dentro.
    E’ ora di dire basta a questa recrudescenza di violenza! Dove le vittime sono i sammarinesi.
    BASTA!
    La politica dorme e Valentini, responsabile, della Gendarmeria, non ha nemmeno diffuso un comunicato stampa per condannare questo ulteriore attacco alla libertà personale, alla famiglia, ed alle abitazioni frutto di sacrifici dei sammarinesi.
    Stessa condotta il Generale Gentili, comandante in capo della Gendarmeria di San Marino, il quale da tempo dice che San Marino rispetto all’Italia è un’isola felice parlando di furti.
    Ma noi non vogliamo nemmeno prendere in considerazione chi sta peggio di noi, ma invece dobbiamo prendere da esempio chi ha varato leggi per contrastare questo fenomeno, e chi è riuscito ad arginarlo.
    Il risultato è che la gente vive nel terrore e posti come Montegiardino, da sempre considerati tranquilli, ora sono presi di mira da ladri e delinquenti.
    La notte con due sole pattuglie della Gendarmeria la pubblica sicurezza viene meno in Repubblica e chi è stato già visitato dai ladri vive nell’angoscia che quello che è successo possa ricadere di nuovo.
    Ma la politica se ne infischia, i viaggi senza senso delle missioni dei vari segretari paiono moltiplicarsi senza un fattivo ritorno economico per il paese.
    Mancano i soldi per la sicurezza, qualcuno ha timidamente osato dire!
    Ma non mancano per le rotonde da mezzo milione di euro, oppure per i lavori milionari sotto il monte, oppure per le geniali idee del Segretario Arzilli.
    E mentre stiamo discutendo se la Centrale del latte andrà in mano allo straniero, che con i nostri soldi (vedi fascia bianca) rimetterà in sesto l’immobile e licenzierà gran parte dei dipendenti mandandoli in mobilità, i ladri, i quali sono spessissimo extracomunitari sbandati e assunti in lavori in nero nelle nostre campagne, devastano le nostre abitazioni ed imperversano incontrastati le notti sammarinesi.
    Cosa vogliamo aspettare che ci scappi un morto sammarinese? O uno stupro, o un atto di violenza?
    Proprio per questo San Marino 3.0 è favorevole ad un progetto di legge che introduca l’uso delle armi per legittima difesa personale e difesa della proprietà privata.
    Pensiamo che questo possa essere un grande deterrente, vista la totale assenza da parte dello Stato, al dilagare dei furti nelle case dei sammarinesi.
    SAN MARINO 3.0, Movimento patriota – SEMPRE DALLA PARTE DEI SAMMARINESI