San Marino. Affare cinese MAXDO. Le forze di opposizione (tutte) chiedono di discuterne nel prossimo consiglio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Nelle ultime settimane ha suscitato forte attenzione e preoccupazione, in Repubblica ma anche all’esterno, la notizia relativa al possibile arrivo – in territorio – di un importante fondo di investimento cinese.

Questa notizia ha determinato il conseguente propagarsi di una serie di reazioni da parte delle istituzioni, ma anche della società’ sammarinese intesa nelle sue varie articolazioni.

Nonostante il fatto che il Governo, su questo argomento, abbia più volte ricondotto e subordinato ogni tipo di scelta ad un metodo all’insegna della trasparenza e della collaborazione ci troviamo di fronte ad un situazione confusa e controversa.

Per questo le forze di opposizione chiedono che nel prossimo ufficio di presidenza venga inserito all’ordine del giorno della successiva sessione consiliare un apposito comma, affinché il Consiglio Grande e Generale sia messo nella piena condizione di disporre di un organico ed articolato riferimento – da parte del Congresso di Stato – su questo specifico argomento.

In gioco non ci sono solo opportunità’ di sviluppo ma anche la sovranità e la credibilità del nostro Stato che, necessariamente, non può e non deve essere messa in discussione dopo un difficile percorso di adeguamento agli standard internazionali.

 

Partito Socialista

 

Unione per la Repubblica

 

Sinistra Unita

 

Civico 10

 

Rete

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com