San Marino. Assassinio Maurizio Pelliccioni, Inchiesta del Giornale.sm. Il giovane parmense non ha visto il cartello perchè era nascosto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Schermata 2013-06-25 alle 07.11.13Proprio così! Da un’ispezione che abbiamo fatto ieri sul luogo dell’incidente abbiamo potuto notare che effettivamente da una prima vista, da una prima occhiata, cartelli di divieto non ce ne sono.

    Poi facendo molta attenzione, ma molta attenzione – quella che non poteva avere l’automobilista – si scorge a fatica un cartello posto in posizione periferica, quasi nascosto tra una pianta e una recinzione, che si dovrà vedere se autorizzata con regolare permesso o pratica edilizia.

    Segnaletica da terzo mondo, peraltro assegnata non si sa perché a ditte forensi quando la disoccupazione è dilagante, non hanno permesso ed aiutato il giovane parmense, forestiero, di 28 anni di capire, ad un primo approccio, come stavano le cose.

    Come quella strada fosse ad un unico senso di circolazione e non a doppio senso come lui pensava.

    Un errore madornale che ha portato alla barbara uccisione di un uomo innocente.

    Ma le colpe sono tutte del ragazzo che ha imboccato contromano la strada priva di segnali?

    /ms

  • WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com