San Marino. Asset, salvi i posti dei lavoratori sammarinesi I 35 residenti sul Titano saranno ‘assorbiti’ in Cassa di Risparmio per almeno tre mesi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Confermati tutti i dipendenti di Asset residenti a San Marino – circa 35 – che saranno assorbiti in Cassa di Risparmio «in momenti diversi, ma tutti per almeno tre mesi». Questi, in sintesi, i termini dell’accordo del passaggio di mobilità dei dipendenti dell’istituto in liquidazione coatta, assorbito da Cassa di Risparmio di San Marino, che ha trovato il consenso dei sindacati.

Ne spiega in breve i contenuti, nel corso dell’incontro di una delegazione del Congresso di Stato con la stampa, il segretario di Stato con delega al Lavoro, Andrea Zafferani, sottolineando la soddisfazione per la conclusione dell’accordo che garantisce «per il periodo più lungo possibile una occupazione a tutte le risorse umane di Asset residenti territorio».

Consapevole della natura transitoria dell’intesa, Zafferani si augura inoltre che «si possa al più presto avviare un tavolo per aprire un ragionamento generale sulla sostenibilità economica del quadro attuale dei dipendenti – chiarisce – in modo che si possano il più possibile mantenere livelli occupazionali attualmente presenti». L’accordo tra sindacati e Crrsm, prevede quindi che siano «riassorbiti tutti i dipendenti sammarinesi residenti in territorio – spiega – tranne quattro legati in modo diretto alla precedente gestione». L’auspicio, ribadisce in conclusione il segretario di Stato, «é che ci sia la possibilità di mantenere professionalità utili a Cassa di Risparmio in organico». E intanto da Cassa di Risparmio fanno sapere che «a poco più di due settimane dalla sottoscrizione del contratto di cessione a Cassa di Risparmio di attivi e passivi di Asset Banca – dicono dall’istituto di credito – sta velocemente configurandosi il quadro completo relativo alla loro gestione. Sono state avviate le procedure per la gestione dei rapporti bancari provenienti da Asset Banca, depositi amministrati, mutui e prestiti».

I titolari di depositi amministrati «potranno regolarizzare la loro posizione al momento della sottoscrizione del rapporto di conto corrente predisponendo l’accoglienza dei titoli attualmente depositati in Asset. I titolari di mutui e prestiti potranno disporre il pagamento delle rate, recandosi direttamente alla filiale di riferimento, oppure tramite bonifico bancario. Si ricordano i numeri telefonici 0549-872348 (per i conti corrente con saldo avere) e 0549-872306 (per i conti corrente con saldo avere o dare) e la casella di posta elettronica clientiAB@carisp.sm a quanti non hanno ancora concordato il proprio appuntamento o hanno bisogno di chiarimenti».

Il Resto del Carlino

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com