San Marino. Benedettini: “In attesa di monorotaie e dirigibili, miglioriamo e rendiamo efficienti le infrastrutture stradali esistenti”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roberto Benedettini, presidente F.lli Benedettini Spa

In attesa di monorotaie e dirigibili, miglioriamo e rendiamo efficienti le infrastrutture stradali esistenti. Si può fare subito e con una visione aperta a futuro e sviluppo

“È motivo di soddisfazione vedere un tema come la mobilità, diventare centrale nel dibattito politico, sociale e economico del proprio Paese. Argomento solo apparentemente tecnico e le cui implicazioni hanno, invece, una diretta incidenza sulle politiche economiche, ambientali e sociali dello Stato. Da tempo si discute sulla necessità di migliorare il livello infrastrutturale del collegamento e del sistema di mobilità tra la Repubblica di San Marino e la città di Rimini: indubbio snodo di flussi turistici e commerciali. Rispettare la cronologia delle varie posizioni espresse in un dibattito in atto da molto tempo non è facile. Si è parlato di monorotaia, di una cabinovia o dell’eliminazione di rotatorie sulla superstrada Rimini – San Marino. Si e poi prospettata la creazione di un ramo del TRC: una sorta di un filobus con corsia dedicata lungo la superstrada. Senza dimenticare “l’idea” di una stazione per dirigibili presso da realizzare presso l’avio superficie. Un dibattito ma senza risultato. Le proposte sono in parte o del tutto tramontate o relegate nel limbo di astratte prese di posizione. Preso atto della situazione tentiamo di offrire un piccolo contributo al confronto. Qualcosa di semplice, concreto e attuabile, nella speranza e nella necessità che le proposte divengano, prima o poi, fatti. Dal 1946 esiste ininterrottamente un collegamento quotidiano tra Rimini e la Repubblica di San Marino, la cui prima corsa è datata 7 marzo 1946. Un servizio, svolto da sempre dalla nostra azienda, nato pochi mesi dalla fine del secondo conflitto mondiale. Il cambiamento trasformò il nostro lavoro di trasporto pubblico di piazza, in un’impresa di trasporto di linea. La targa del nostro primo bus, come si diceva all’epoca “corriera”, era RSM 001. Un servizio nato per rispondere – oggi come ieri – al bisogno di collegamenti e trasporti che contraddistingueva la San Marino dell’immediato dopoguerra e che, in settant’anni di attività, ha trasportato decine di milioni di turisti, pendolari e sammarinesi. Questo patrimonio d’esperienze e competenze, può essere uno degli elementi su cui operare una scelta efficace, rapida e concreta. Nessun problema con temi avveniristici. È solo inevitabile ripartire e costruire il nuovo, partendo da ciò che già si ha a disposizione e se possibile, migliorarlo.  Lo diciamo senza rivendicare chissà quale intervento pubblico ma solo per utilizzare al meglio, qui e oggi, un’infrastruttura esistente. L’avvio di un intervento possibile su quella che è e rimane l’unica infrastruttura di collegamento diretto tra Rimini e la Repubblica di San Marino. Noi siamo a disposizione per discuterne e, soprattutto, fare. Il compito di un’azienda è fare crescere, la propria attività, ma lo è anche aiutare quella del Paese in cui opera. Cerchiamo di farlo dal 1946”.

Roberto Benedettini

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com