San Marino. Caso Filipin. Ecco dove sono andati a finire i 500.000 euro dati da Sean Filipin

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Dalla pagina Facebook di Sean Filipin

    DISCLAIMER. In base alla legge sull’editoria del 5 febbraio 2014 n.211 art. 26 quando le lettere pubblicate su siti internet, come è GiornaleSM, sono firmate da persone reali gli unici responsabili di quanto scritto sono coloro che scrivono e firmano le lettere al sito o di articoli di altri soggetti solo ricondivisi. L’articolo 26 della legge n.211 5/2/2014 recita: ”Nelle pubblicazioni on-line, nei blog e nei social network i reati commessi contro il singolo, le istituzioni o comunque verso terzi, siano essi persone fisiche o giuridiche, ricadono direttamente sull’estensore dell’articolo, comunicato, lettera o scritto. L’estensore dello scritto è responsabile di eventuale condotta lesiva verso terzi; qualora l’estensore dello scritto non sia identificabile ne rispondono direttamente ed in solido il direttore e l’amministratore del sito web e/o del blog. E’ compito del responsabile del sito web e del blog verificare l’identità di chi scrive.” Vista tale legge e data informazione ai lettori si rende noto che chiunque quereli, in maniera pretestuosa, il nostro direttore per le righe che seguono verrà immediatamente controquerelato per CALUNNIA in quanto l’ipotetico querelante era, grazie a quanto scritto sopra, a conoscenza della sua non punibilità a norma di legge. Art. 357 del codice penale sammarinese. Calunnia: ”Chiunque, mediante denuncia o querela diretta al giudice o a un pubblico ufficiale che abbia l’obbligo di riferirglielo, incolpa di un misfatto taluno che egli sa innocente ovvero simula a carico di lui le tracce di un reato, è punito con la prigionia dal secondo al terzo grado.”