San Marino. Centrale del Latte. Presentato il piano industriale della cooperativa LATTE SAMMARINESE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • bonifaziOggi lunedì 16 febbraio, i produttori di latte sammarinesi, hanno consegnato un piano industriale per la gestione della Centrale del Latte della Repubblica di San Marino, al Segretario di Stato per il Territorio Antonella Mularoni.

    Il progetto dei produttori di latte sammarinesi è a misura del territorio sammarinese e dei bisogni dei suoi abitanti, a tutela e salvaguardia della tipicità di tutta la filiera, della produzione sammarinese per qualità e tracciabilità dei prodotti lattiero caseari. I vantaggi di tale progetto imprenditoriale sono:

    1. semplicità, trasparenza egaranzia dell’intera operazione di privatizzazione anche nel medio e lungo termine;
    2. tradizione di territorio, certezza eserietà della compagine sociale;
    3. lasciare la centrale del latte, ente di interesse nazionale, ai sammarinesi, nelle mani di imprenditori locali che hanno come obiettivo la tutela e l’ulteriore sviluppo dei prodotti tipici anche nel medio e lungo termine;
    4. la centrale del latte a misura e a tutela della salute dei cittadini sammarinesi;
    5. ottima visibilità per l’opinione pubblica, a valorizzare la materia prima del latte sammarinese;
    6. maggiori garanzie per le persone attualmente occupate di una gestione sammarinese;
    7. rivalutando la “filiera corta” a vantaggio dei consumatori finali poiché la filiera corta assicura, una riduzione dei costi dovuti ai minori passaggi commerciali e intermediazioni, minori costi di trasporto e stoccaggio, un minor impatto ambientale ed infine l’immediata rintracciabilità a tutela del consumatore;
    8. eventuali agevolazioni, benefici previsti dalla legge, contributi a favore dei produttori di latte si riversano immediatamente sul prezzo della materia prima e quindi sui prodotti venduti;
    9. mantenimento di 14 dipendenti con il contratto industria, riassunti dalle graduatorie (non copertura del turn over);
    10. abolizione dei costi CdA;
    11. eliminazione della indennità pasquale;
    12. stabile rimane di proprietà dello Stato;
    13. canone di affitto convenzionato onorato dalla Cooperativa Agricola “LATTE SAMMARINESE”.

     

    Ugo Bonifazi – Delegato Rappresentante costituenda Associazione Cooperativa Agricola “LATTE SAMMARINESE”