SAN MARINO. DECRETI BANCHE: BCSM BLOCCA L’ACCORDO. SINDACATI SCENDONO IN PIAZZA!

L’Attivo delegati  CSU prosegue sul Pianello per chiedere di superare lo stallo. I vertici sindacali chiedono un incontro al Governo per trovare una soluzione positiva. 

 18 luglio 2017. Decreti banche: l’accordo  tra CSU e Governo bloccato in extremis da Banca Centrale. L’attivo dei delegati sindacali, riunito oggi al Central Square,  sale alle 16 sul Pianello per chiedere una soluzione positiva della trattativa.

Lo scoglio che ha impedito la firma dell’accordo, su cui CSU e Governo negli ultimi giorni  hanno lavorato costantemente e in modo serrato,   è quello del decreto 79, relativo all’esautoramento del comitato gestore di Fondiss e l’attribuzione della gestione dei risparmi del secondo pilastro previdenziale  a Banca Centrale, che così può disporne per le necessità di liquidità degli istituti di credito.

Tra CSU e Governo si era giunti all’intesa di rendere non-operativo questo punto del decreto, chiedendo la firma o dell’assenso scritto  anche dei vertici di Banca Centrale. Firma e assenso rifiutati dalla dirigenza di BCSM.

Per superare questo stallo, la CSU ha anche proposto al Governo di emettere con urgenza un nuovo decreto che abroga la possibilità di Banca Centrale di accedere e gestire le risorse di Fondiss, così come previsto in un punto del decreto 79.

A sostegno di queste richieste e della firma del protocollo d’intesa, l’attivo CSU prosegue in Piazza della Libertà, mentre i vertici sindacali  chiedono un nuovo incontro con il Congresso di Stato.

Ufficio Stampa CSU

  • Le proposte di Reggini Auto