San Marino. Ecco come è morto Gian Franco Terenzi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Ecco la ricostruzione che si può leggere nelle prime righe dell’articolo del Corriere Romagna, apprezzato quotidiano romagnolo che oltre ad avergli dedicato la prima pagina ha pubblicato un ampio articolo dove ricostruisce anche la vita del politico-imprenditore sammarinese nelle prime due pagine. Degna di nota anche l’intervista all’amico fraterno di Terenzi, Clelio Galassi. Indubbiamente da comprare oggi per tenere da parte in ricordo di Gianfranco Terenzi.

    Il perché della tragedia.

    A dare certezza al sospetto del personale della polizia Civile intervenuto con il Comandante Paganelli quando alle 11 il corpo è stato trovato a terra, in una vasta pozza di sangue, la ricognizione cadaverica eseguita nel primo pomeriggio dall’ospedale di Stato, così come disposto dal Commissario della legge Antonella Volpinari. L’anatomo patologo non ha avuto difficoltà nel trovare i segni lasciati sul corpo dal mezzo pesante condotto da un autotrasportatore lombardo, che quel piazzale lo conosce molto bene. E non si è accorto di nulla (…) sotto choc si è autoaccusato sin da subito eppoi è stato portato in ospedale per fare le analisi del caso. (…) Le telecamere hanno tolto ogni dubbio, Terenzi è stato investito dal camion in manovra quando dallo stabilimento della Me-Sa andava a piedi verso gli uffici del Wusme.  (…) Corriere Romagna