San Marino. EYOF 2019: Carabini 16esima nei 200 farfalla; sottotono la Santi nei 400 misti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Prime gare, questa mattina, per i nuotatori biancazzurri impegnati nel Festival Olimpico della Gioventù Europea in svolgimento a Baku. La prima ad entrare in acqua è stata Chiara Chiarabini, portabandiera sammarinese alla Cerimonia d’Apertura di ieri sera. L’atleta biancazzurra ha affrontato le batterie dei 200 farfalla, aggredendo bene l’acqua bracciata su bracciata, salvo poi subire un piccolo calo agli ultimi metri. Ha fermato comunque il cronometro a 2:23.08, pochi decimi sopra il suo miglior tempo, guadagnando l’accesso alla semifinale del pomeriggio. Semifinale nella quale Chiara non è riuscita a migliorarsi rispetto al mattino, fermando il cronometro a 2:24.91. il 16° piazzamento su 31 atlete al via è comunque un piazzamento di tutto rispetto.
    Al mattino era scesa in vasca anche Beatrice Santi, impegnata nei 400 misti. Una prova un po’ sottotono la sua, portata a termine in 5:22.72. La gara, in una specialità che non è tra quelle a lei più congeniali, le servirà in preparazione per i prossimi appuntamenti, a cominciare dai 400 stile che Beatrice Santi affronterà domani. In vasca anche Alessandro Rebosio, al debutto nei 200 farfalla.