SAN MARINO FAR WEST DELLE NORME e la LICENZOPOLI DELL’INFORMAZIONE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Licenzopoli, ovvero quella pratica o – come dice l’Avvocato Massimiliano Annetta – ”rimarchevole consuetudine” di mettere due o più società su una stessa unità immobiliare, fatta da quasi tutti i professionisti della Repubblica – in Tribunale si contano più di 300 indagati e circa 400 procedimenti (alcuni chiusi) – è nulla di fronte alla piaga degli abusi edilizi.

Anche il noto quotidiano L’Informazione – che vuol fare della moralità una bandiera – sta in un ufficio con abuso edilizio; ovvero in quel caso – penso il proprietario – ha tirato giù un muretto, tolto le finestre e chiuso con delle vetrate i balconi.

Ma non è il primo ne l’ultimo. San Marino è sommersa dagli abusi edilizi, e chi di dovere se ne frega e non fa nulla per far rimettere a posto tali abusi.

Comunque, ritornando all’INFORMAZIONE, ancora i finestroni stanno su e non si pensa nemmeno lontanamente di farglieli tirare giù; chi ci deve pensare? L’AASP dovrebbe – lo avrà sicuramente fatto – inviare una raccomandata ar ”all’ABUSIVO FILIPPINI” e dargli 60 giorni di tempo per rimettere in pristino e ”sanare” l’abuso edilizio, SE NON LO FA CI DEVE PENSARE L’AASP.

I 60 giorni sono passati da un pezzo!!!

Questo è niente. Ci risulta che sempre i nostri cari amici dell’Informazione lavorino quindi con una licenza che probabilmente è stata consegnata – DALLA POLIZIA CIVILE – in un locale che è difforme/diverso da quello attuale – dato che è stato fatto un bel largo tirando giù muretti e finestre.

Ci risulta ancora, e questo è ancora più grave, che lavorino stampando il proprio quotidiano L’INFORMAZIONE in proprio presso il loro ufficio – c’è scritto nelle ultime pagine dell’Informazione stessa.

Ebbene per stampare in proprio LA LEGGE parla molto chiaro! C’è bisogno di un locale con una ABITABILITA’ AD USO LABORATORIO cosa che Filippini non ha nel suo ufficio – che ci dicono, ma speriamo non sia vero che usi anche come abitazione – infatti siamo andati a vedere al Catasto e nei due uffici ha solo l’abitabilità ad uso ufficio; addirittura una non è stata nemmeno ritirata.

La stampa del quotidiano L’INFORMAZIONE addirittura viene fatta nel garage del Filippini – sempre a Borgo sopra lo stabile del Mc Donald – che non può avere l’ABITABILITA’ AD USO LABORATORIO; non ha le caratteristiche.

E l’Ufficio Industria in questi casi dovrebbe almeno sospendere la licenza! Avranno il coraggio di far rispettare la legge? E se non la fanno rispettare non commettono il reato di omissione di atti di ufficio?

La sospensione per il quotidiano l’INFORMAZIONE vorrebbe dire la non uscita.

ABUSO SU ABUSO!!!!

Ma perchè nessuno interviene? Possono davvero lavorare in questa situazione di ILLEGALITA? contravvenendo palesemente la legge sulla concessione delle LICENZE? sulle ABITABILITA’?

La cosa singolare e divertente è che chi proprio aveva fatto una battaglia per la moralità contro lo scandalo (a parer loro) di LICENZOPOLI, poi si ritrova impelagato in una propria licenziopoli.

LA LICENZIOPOLI DELL’INFORMAZIONE!

Da non credere…..peggio di così non gli poteva andare!

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com