San Marino. Giornata mondiale del patrimonio audiovisivo UNESCO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • San Marino. la cesta vista dalla guaitamaIn occasione della Giornata mondiale del patrimonio audiovisivo organizzata dall’UNESCO, Il Centro di ricerca sull’emigrazione – Museo dell’Emigrante (Dipartimento di Studi Storici – Università di San Marino) presenta, lunedì 27 ottobre alle ore 12.30 presso la Segreteria di Stato per l’Istruzione, la Cultura e l’Università, – il progetto di salvaguardia dei documenti audiovisivi inerenti l’emigrazione sammarinese: “L’emigrazione sammarinese raccontata dai protagonisti” patrocinato dalla Commissione nazionale sammarinese UNESCO. Tra il 1995 e il 2005, il Centro di ricerca sull’emigrazione – Museo dell’Emigrante ha raccolto 226 audio-interviste e video-interviste fatte a cittadini sammarinesi (159 uomini e 67 donne) che nel corso del loro vicenda biografica sono stati protagonisti di un percorso migratorio.

    Il progetto ha lo scopo di tutelare questa importantissima documentazione e di promuovere una maggiore divulgazione e valorizzazione di una memoria orale che appartiene alla storia della Repubblica di San Marino.

     

    Le registrazioni sonore e le immagini in movimento sono estremamente vulnerabili e quindi facilmente soggette a danni irrecuperabili se non vengono adeguatamente preservate.

    Il 27 ottobre di ogni anno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Patrimonio Audiovisivo, proclamata dalla Conferenza Generale dell’UNESCO, con lo scopo di sensibilizzare i Governi, le imprese private e la società civile sul valore del Patrimonio documentario audiovisivo: un patrimonio che contribuisce in maniera significativa alla costruzione delle identità e degli immaginari individuali e collettivi degli uomini e delle donne del Ventesimo e Ventunesimo secolo.

    La giornata di quest’anno è dedicata al tema “Archivi in pericolo “.

     

    Dal Messaggio di Mme Irina Bokova, Direttrice generale dell’UNESCO, in occasione della Giornata mondiale del patrimonio audiovisivo

    “I documenti audiovisivi sono delle registrazioni preziose riguardanti il XX e il XXI secolo e contribuiscono a conservare la memoria comune di tutta l’umanità. […] E’ necessario mettere in atto azioni di salvaguardia affinché le generazioni future possano trarre informazioni dal patrimonio audiovisivo comune dell’umanità.

    Il patrimonio audiovisivo è portatore di insegnamenti, di informazioni e di conoscenze che è prioritario condividere. Costituisce contemporaneamente il fondamento di un sentimento di identità e di appartenenza e una fonte di innovazione e creatività. Per queste motivazioni gli archivi sono molto importanti. Preservano la nostra memoria collettiva e garantiscono il diritto alla verità e alla conoscenza.

    Chiedo a tutti i Governi di rafforzare le politiche nazionali volte a sostenere i progetti che preservano il patrimonio audiovisivo. Questo è il messaggio dell’UNESCO per la Giornata del Patrimonio audiovisivo 2014”.

     

    Per informazioni

    Centro di ricerca sull’emigrazione – Museo dell’Emigrante (Dipartimento di Studi Storici – Università di San Marino) 0549-885159