SAN MARINO. Il Comites incontra MIS

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  •  

    Ieri una delegazione del MIS (Movimento ideali socialisti) composta dal Segretario Severino Bollini e dai membri del direttivo Marius Riccardi e Luca Casadei è stata ospite del Comites rappresentato per l’occasione dal Presidente Alessandro Amadei e dal membro dell’Esecutivo Marina Rossi (foto) – si legge in una nota congiunta diffusa dal Comites  e MIS.

    Tema al centro del dibattito  che è avvenuto presso la sede del Comites di Città la questione della doppia cittadinanza per naturalizzazione tornata di estrema attualità, dopo che nel novembre dell’anno scorso la Segreteria di Stato per gli Affari Interni  presentò una bozza di progetto di legge relativo all’eliminazione dell’obbligo di rinuncia della cittadinanza originaria per coloro che aspirano ad essere naturalizzati cittadini sammarinesi.

    Durante l’incontro MIS  ha espresso una totale apertura verso la richiesta avanzata dal Comites di eliminare dalla normativa vigente l’obbligo di rinuncia alla cittadinanza originaria. Per MIS andrebbero superati i paradigmi culturali che impediscono di inquadrare il tema della cittadinanza nella giusta ottica,  andando così oltre i pregiudizi, le paure ingiustificate e gli stereotipi anacronistici.

    Il Presidente del Comites Alessandro Amadei ed il Segretario di MIS Severino Bollini hanno concluso il dibattito, auspicando un rapido avvio dell’iter consiliare che possa portare ad una  radicale riforma della legge cittadinanza, così come suggerito anche dall’ECRI (Commissione Europea contro il razzismo e l’intolleranza) che nel rapporto relativo al quinto ciclo di monitoraggio del 21 febbraio 2018 raccomandò a San Marino una maggiore flessibilità nel riconoscere la doppia cittadinanza per naturalizzazione.

    Comites  San Marino

    MIS