San Marino. Il FORUM DEL DIALOGO impegnato sull’Ambiente e i cambiamenti climatici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

La quinta edizione del Forum del Dialogo è già in cantiere. Il Gruppo di Progetto, sotto la guida del prof. Renato Di Nubila, responsabile scientifico, nei giorni scorsi ha definito nelle sue linee essenziali il nuovo programma dell’edizione del 6-7 marzo 2020: L’Ambiente e i Cambiamenti climatici. Le cause, i problemi e le prospettive di uno sviluppo sostenibile. Un tema tanto impegnativo sarà affrontato con l’aiuto di docenti, esperti di alto profilo scientifico di diverse università italiane e internazionali. Fra i relatori, una menzione particolare merita il prof. Gianfranco Santovito, dell’Università di Padova e membro della spedizione di scienziati e osservatori che operano nell’Antartide a studiare cause ed effetti dei cambiamenti climatici. Lo affiancheranno durante i lavori del 5° Forum i prof. Sandro Fuzzi del CNR e docente nell’Università di Bologna, la prof. Alessandra Donati, dell’Università di Paris 1-Panthèon Sorbonne, il prof. Marco Grasso, dell’Università di Milano-Bicocca. Una riflessione sul coraggioso documento di Papa Francesco , “Laudato si’ mi Signore”, sarà proposta da Mons. Andrea Turazzi, Vescovo di San Marino-Montefeltro su questo simpatico tema: ”Il creato…un social di Dio!”, tipica espressione di Papa Bergoglio. Nel format ormai collaudato del Forum, grande rilievo avranno i numerosi testimonials di esperienze locali sammarinesi e di fuori confini. Ci saranno alcune Aziende Autonome di Stato e singoli portavoce di temi impegnati ad affrontare fatti e difficoltà sul campo per uno sviluppo sostenibile. Farà da sfondo al 5° Forum tutta la ricca serie di argomenti proposti dall’Agenda 2030, per cui potrebbe anche porsi la necessità di qualche sessione di approfondimento nei mesi successivi al Forum di marzo. Molto apprezzato il gesto della Reggenza che già nel suo insediamento aveva ricordato l’impegno delle 20 Associazioni promotrici a fare di San Marino, con il Forum, “il crocevia internazionale” del dialogo. Una particolare attenzione viene dedicata a questa edizione da alcune Segreterie di Stato, dal Consiglio d’Europa, dall’Ambasciata d’Italia, dalla Diocesi, dalle Giunta dei Castelli che già hanno assicurato il loro Patrocinio. L’impegno delle Associazioni si esprime anche con l’assunzione, a turno, della titolarità organizzativa di ogni singola edizione. Quest’anno generosamente e con rigorose motivazioni si è offerta la SUMS, mentre per la parte amministrativa l’incarico è stato assunto dalla Giunta di Castello di Borgo, nella persona del Capitano Federico Cavalli. Un tema come l’ambiente non poteva non interessare tutte le aziende che – a vario titolo – operano a San Marino nell’ambito ecologico. Sono state direttamente invitate a far conoscere i loro programmi e la loro disponibilità. Altro fatto confortante per gli organizzatori è l’adesione di alcune classi di Scuola Media che con i loro insegnanti si sono messi al lavoro sul tema dell’educazione ambientale; nei prossimi giorni potrebbe anche giungere l’adesione di qualche classe delle scuole secondarie superiori di San Marino e del Circondario. La sensibilità ambientale sta fortemente interessando il mondo giovanile, come hanno voluto sottolineare alcuni studenti che fanno parte del Gruppo di Progetto del Forum. Un particolare riferimento ha voluto farlo il prof. Di Nubila, dell’Università di Padova, in questo periodo di vigilia elettorale: ”Salutiamo con piacere il fatto che il tema dell’ambiente sia presente in diversi programmi elettorali Noi del Forum auspichiamo che anche a San Marino si mettano in moto coraggiose politiche attive per uno sviluppo che faccia dell’ambiente una risorsa non da sfruttare, ma da valorizzare”.

 

 

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com