San Marino. Industria: “PIÙ FACILE DA OGGI FARE IMPRESA A SAN MARINO”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il Congresso di Stato ha emanato il Regolamento sulla Segnalazione Certificata di Inizio Attività (Scia), uno strumento che supera l’autorizzazione preventiva di licenza e consente l’avvio immediato di una attività,

Prime applicazioni per le pratiche edilizie e urbanistiche

La SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) è da oggi una realtà nella Repubblica di San Marino, dopo l’emanazione del regolamento che fissa le norme e indica i passi di questo strumento innovativo per diversi tipi di impresa, artigianale, commerciale o industriale.

In pratica la SCIA consente al professionista incaricato dall’imprenditore, sia esso legale o commercialista, di certificare il possesso dei requisiti previsti per legge e di ottenere l’immediato rilascio della autorizzazione ad operare, rimandando ad un secondo momento i controlli da parte dei competenti uffici della Pubblica Amministrazione.

“Una sorta di rivoluzione culturale – spiega il Segretario di Stato all’Industria, Andrea Zafferani – che apre una nuova fase anche nei rapporti fra imprese e amministrazione dello Stato”.

Il nuovo strumento non solo estenderà la pratica dell’autocertificazione e consentirà di accelerare notevolmente i tempi delle pratiche burocratiche, ma introdurrà anche una diversa relazione, prevedendo la possibilità che, nel caso di eventuali difformità, gli uffici pubblici possano aiutare l’imprenditore suggerendo i necessari correttivi da adottare, evitando drastici provvedimenti.

Nella prima fase di adozione, la SCIA sarà foriera di semplificazioni e velocizzazioni soprattutto in due settori, quelli che riguardano le pratiche edilizie e urbanistiche. Sarà infatti possibile ricorrere alla Segnalazione Certificata di Inizio Attività per le concessioni o le autorizzazioni edilizie, le insegne e segnaletiche, l’installazione della pubblicità, o ancora i procedimenti relativi alle emissioni e gli scarichi, disciplinati dal Codice Ambientale.

“In prospettiva – afferma il Segretario Zafferani – il regolamento verrà adeguatamente ampliato, estendendolo ad altri settori di applicazione. Nelle prossime settimane – annuncia – adotteremo un altro strumento di semplificazione in materia societaria e nel rilascio delle licenze, arrivando ad eliminare procedure, oggi previste per legge, che riteniamo superate e non più necessarie”.

Ufficio Stampa del Congresso di Stato

?REPUBBLICA DI SAN MARINO
  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com