San Marino. ISS. Prevenzione in ambito pediatrico: San Marino verso l’approccio “one health”

Un approccio a 360 gradi verso la prevenzione e in generale la salute del bambino secondo il modello OMS chiamato “One Health”. Con questo obiettivo sono state presentate questa mattina in conferenza le attività di prevenzione in ambito pediatrico messe in campo negli ultimi anni dalla UOC di Pediatria dell’Istituto per la Sicurezza Sociale della Repubblica di San Marino.

Un’importante evoluzione delle attività svolte dalla Pediatria ISS, che a San Marino presta assistenza a circa 4.000 utenti ed è caratterizzata da un’unica equipe medica e infermieristica.

In conferenza stampa il Segretario di Stato per la Sanità e la Sicurezza Sociale Mariella Mularoni, il Direttore Generale dell’ISS Francesco Bevere e la Direttrice della UOC Pediatria, dott.ssa Laura Viola, accompagnata da una rappresentanza del personale della UO. 

Illustrate le numerose attività mediche e infermieristiche, di natura clinico-assistenziale e di prevenzione introdotte negli ultimi anni e che vengono svolte con l’obiettivo di fornire una presa in carico completa e continuativa di tutti gli assistiti in età pediatrica. 

La struttura dell’Unità Operativa Complessa di Pediatria comprende infatti vari servizi: la Neonatologia, la Degenza Ordinaria, che gestisce i ricoveri programmati e urgenti, le diagnosi e le terapie croniche, l’Ambulatorio Pediatrico, che offre servizi completi per la cura dei bambini fin dai primi giorni di nascita e l’ambulatorio di Pediatria d’Urgenza e Continuità Assistenziale, aperto dal lunedì al sabato, che gestisce visite urgenti, consulenze e assistenza telefonica/telemedicina.

Dando uno sguardo ai dati, le attività eseguite nel corso dell’ultimo anno vedono in particolare: 10.293 visite urgenti, 16.427 assistenze telefoniche, 1.000 prelievi ordinari e urgenti, con una media di 20 interventi in teleassistenza e via mail al giorno.   

Tra gli obiettivi raggiunti in questi ultimi due anni, seguendo le linee sancite dal Piano Sanitario e Socio Sanitario della Repubblica di San Marino, troviamo l’incremento delle attività di promozione della salute, di prevenzione ed educative, con frequenti valutazioni pediatriche e infermieristiche, per monitorare la crescita e lo sviluppo del bambino, con un’alta adesione delle famiglie, in una percentuale che supera il 90%.

Da ricordare, gli incontri di sostegno alla genitorialità e i corsi preparto, eseguiti insieme alla UOC Ostetrica e Ginecologia e i progetti di ricerca come “Noi…In Crescendo”, portato avanti insieme all’Istituto Musicale Sammarinese e sulla Sorveglianza medica nei primi 1000 giorni di vita. 

“Confermo il mio interesse – dichiara il Segretario di Stato alla Sanità Mariella Mularoniaffinché il benessere dei nostri bambini e dei nostri adolescenti continui ad essere promosso e sostenuto attraverso azioni concrete sul territorio sammarinese. È importante dunque, anche attraverso la proposta di un apposito Centro di alta specializzazione, facilitare partnership con Istituti di Ricovero e Cura a carattere Scientifico di rilievo internazionale. Il Governo è pronto a confrontarsi su questo tema – conclude il Segretario di Stato Mularoni – con altri Paesi con l’obiettivo di partecipare attivamente al miglioramento della qualità della vita dei bambini e degli adolescenti, ovunque essi si trovino”.

Il risalto alle attività di prevenzione svolte è il giusto riconoscimento al lavoro portato avanti dalle professioniste del reparto di Pediatria dell’Ospedale di Stato – dichiara la Direttrice della UOC Pediatria Laura Viola -. Un passo avanti significativo nella nostra missione di offrire un’assistenza sanitaria di alta qualità ai bambini. La proposta di istituire un Centro per la Salute Pediatrica Territoriale mi trova più che favorevole per continuare e incrementare la gamma di servizi di alta qualità e specializzazione a supporto dell’infanzia e della genitorialità, con passione e dedizione“.

“La presentazione odierna delle attività di prevenzione svolte dalla UOC di Pediatria ci stimola a ripensare al modello organizzativo attraverso il quale migliorare la salute dei bambini e degli adolescenti di San Marino, studiando nuovi approcci e nuove collaborazioni, soprattutto con strutture internazionali, in grado di accompagnarci in queste nuove esigenze di monitoraggio, cliniche e di ricerca – dichiara il Direttore Generale dell’ISS Francesco Bevere – Il mondo della salute si interroga da tempo sulla necessità di globalizzare le esigenze che ruotano intorno a stili di vita di frequente nocivi, ad una alimentazione spesso sbagliata o insufficiente e su quant’altro in grado di influenzare la normalità di vita dei bambini. L’ ISS, attraverso l’impegno dell’ Unità Operativa di Pediatria e, per alcuni temi di stretto interesse reciproco, in collaborazione con la UOC di Ginecologia e Ostetricia – conclude il Direttore Bevere – vuole partecipare a questo dibattito e proporsi attivamente, attraverso la realizzazione di un ulteriore Centro specialistico dedicato al benessere dell’infanzia e dell’adolescenza, che oggi stesso sarà proposto nell’ambito del Comitato di Dipartimento Ospedaliero e conseguentemente valutato nel prossimo Collegio di Direzione. Il Centro avrà anche il compito di proporre un sistema di sorveglianza capace di monitorare i principali determinanti di salute, dalla fase prenatale, all‘infanzia e all’adolescenza, coinvolgendo in tal senso tutte le altre strutture dipartimentali di interesse”.

Ufficio Stampa, 13 giugno 2024

 

  • Le proposte di Reggini Auto