San Marino. La Genga aderisce al progetto “Plastic free”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 

Gli escursionisti a piedi raccoglieranno la plastica che invade anche gli ambienti più selvaggi. Entro fine anno, in programma altre iniziative

 

La plastica ci distruggerà. Ne usiamo troppa e la gettiamo nell’ambiente. Inevitabilmente arriva nel mare, si decompone in particelle infinitesimali, entra nell’alimentazione dei pesci e, alla fine, in quella umana. Nel frattempo, sta formando negli oceani isole grandi come una nazione. Se non si interviene, alla fine di questo secolo, gli oceani cambieranno colore.

Però il mondo si mobilita e mentre la ricerca scientifica studia nuovi materiali biodegradabili, tutti i cittadini sono chiamati ad adottare comportamenti corretti sia per limitare l’uso della plastica monouso, sia per ripulire l’ambiente circostante.

L’Associazione di escursionisti La Genga, che conosce perfettamente il valore ambientale dei siti che attraversa sempre a piedi, non poteva rimanere insensibile a questo tema. Così, nel corso del suo ultimo direttivo, ha deciso di aderire al progetto “plastic free”. Lo farà seguendo un percorso che sia nello stesso tempo di sensibilizzazione e operativo.

Il primo passo riguarderà la raccolta dei rifiuti che si incontrano nei boschi, lungo i sentieri, sul ciglio delle strade, sul greto dei fiumi e dei fossi. Gli escursionisti saranno invitati a munirsi di un apposito sacchetto e, camminando, raccogliere la plastica gettata via in maniera scorretta, o trasportata dal vento. Il materiale che verrà recuperato, verrà poi avviato alla raccolta differenziata.

Inoltre, entro fine anno, verranno comunicate ai soci e e verranno compiute altre iniziative in direzione dell’eliminazione della plastica monouso.

Perché non c’è niente di più bello e di più sano che camminare in un ambiente pulito.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com