San Marino. “Lo sport è uno di quei settori che nei programmi di governo vengono liquidati con un paio di righe. Non per RETE”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lo sport è uno di quei settori che nei programmi di governo vengono liquidati con un paio di righe. Non per RETE, che è consapevole dell’importanza di un mondo sempre più complesso, che trova seguaci ed estimatori in tutte le fasce della popolazione.

Per questo, nel calendario di appuntamenti per l’illustrazione del programma, RETE ha programmato in collaborazione con l’Associazione Culturale Comunità una serata appositamente dedicata allo sport, mercoledì 20 novembre, ore 21:00, presso il Teatro Titano di San Marino Città.

Per questo evento, avremo anche due ospiti illustri, che ci aiuteranno a capire l’importanza fondamentale dello sport nella nostra vita quotidiana, per la crescita sana dei nostri figli, per il mantenimento della salute dei nostri anziani. Si tratta di:

ANTONIO URSO, Presidente della Federazione Italiana Pesistica (FIPE), Presidente Della Federazione Europea di Pesistica (EWF), Coordinatore scientifico delle Attività tra Scuola e Sport e dell’Istituto di Medicina e Scienza del CONI;

ALBERTO MIGLIETTA, ex Amministratore Delegato di CONI Servizi Spa (ora Sport e Salute Spa), società operativa delle attività del CONI, interamente partecipata dal Ministero delle Finanze Italiano.

La serata sarà utile per approfondire l’importanza della cultura del movimento e dello sport; i processi formativi insostituibili, che agiscono non solo sulla salute e la prevenzione, ma che formano e distinguono una comunità, fornendo varie opportunità di sviluppo anche dal punto di vista economico.

Sin dai tempi più antichi, infatti, il rapporto tra l’uomo e il movimento ha assunto un ruolo di fondamentale importanza, attraverso il quale l’uomo ha cercato di superare gli ostacoli che limitavano la sua libertà. La lotta per la sopravvivenza si è trasformata in “addestramento” e più tardi in “gioco”. Che è altrettanto fondamentale per i suo valore culturale e formativo, anche se spesso svalorizzato e umiliato, tanto da essere identificato come “cenerentola” delle attività umane. Ma è qui che inizia il culto greco della bellezza e della forza del corpo, estendendo al gioco il contenuto sacrale e religioso.

La centralità dello sport agonistico di mera competizione, destinato a un pubblico ristretto di atleti e che per decenni ha rappresentato l’unica dimensione della pratica sportiva, ha progressivamente ceduto spazio ad un concetto di sport che ha messo in evidenza la funzione sociale, educativa e sanitaria che esso è in grado di veicolare con la conseguenza che, in pochi anni, la pratica sportiva amatoriale ha visto una vera esplosione nel numero dei praticanti e delle organizzazioni sportive. Va da sé, che in tutto questo si sviluppa un aspetto economico fino a qualche tempo fa insospettabile.

Settori come il commercio delle attrezzature e dell’abbigliamento sportivo, come la nascita di nuove palestre e di strutture sportive, muovono un indotto importante, mentre l’organizzazione di iniziative e manifestazioni sportive hanno sempre una forte valenza turistica. In quest’ottica San Marino deve investire in territorio e dare sostegno alle tante associazioni che si prodigano per questi obiettivi, non gettare milioni di euro per eventi esterni che portano un ritorno d’immagine (non sempre) ma non generano economia all’interno.

Di tutto questo, e molto di più, parleremo con i nostri ospiti illustri e con i candidati di RETE. Vi aspettiamo!

Movimento RETE

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com