San Marino. Lo studio avv. Luca Biagioli vince ancora. Marino Cecchetti (Libertas) perde contro Marco Severini (GiornaleSM) ed è costretto a pagare le spese legali

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

La sentenza è stata trasmessa alle parti nei giorni scorsi ed è datata 24 aprile 2019.

Dopo la prima archiviazione in penale, la seconda in appello sempre in penale, ora sempre per gli stessi argomenti Marco Severini, direttore di Giornalesm, difeso dall’ottimo Luca Biagioli vince anche in civile – sempre per gli stessi argomenti – contro Marino Cecchetti (Libertas) e quest’ultimo viene anche condannato al pagamento delle spese del legale di Severini.

Il contendere sono alcune affermazioni, che lo stesso Severini ha proferito nei confronti del Cecchetti in una conversazione Facebook, quali ”Mastro Cecchett0”, ”Pensionato d’oro” o affermazioni che il Cecchetti avrebbe avvertito, a differenza dei tre giudici, diffamatorie come il chiedere ”come ha fatto Cecchetti a far assumere il parentame nelle banche?” o ”di aver venduto profumatamente la licenza, avuta come l’ha avuta, relativa all’assicurazione Cattolica per 180.000 euro”.

in sostanza Severini avrebbe chiesto al Cecchetti:

  • come ha fatto a far assumere il parentale nelle banche’‘? domanda legittima essendo lui stesso, come scritto in sentenza, nel Cda di Banca di San Marino;
  • oppure ”E chi ha dato la licenza dell’assicurazione a Mastro Cecchetto? Probabilmente a costo zero e che lui si è rivenduto profumatamente”

O aver osato soprannominare, durante la discussione, il Cecchetti come:

  • ”MASTRO CECCHETTO”
  • ”PENSIONATO D’ORO, con una pensione, solo lui, da 50.000 euro circa” peraltro fatto vero e testimoniato come gli altri da articoli di giornale o da interviste.

Le frasi del Severini non sono state, per l’ennesima volta e per il terzo giudice, considerate diffamatorie e quindi non avrebbero arrecato alcun danno al Cecchetti; proprio per questo il ”nostro” ”Mastro Cecchetto” oltre ad aver perso la causa civile dovrà anche pagare la parcella dell’avvocato Luca Biagioli, difensore del Severini. Rigettata la richiesta di condannare il Cecchetti, avanzata dal Severini, per lite temeraria in quanto secondo il giudice Severini non avrebbe avuto alcun danno dal ricorso in tribunale del Cecchetti.

Leggi anche questo

San Marino. Chiamare ”pensionato d’oro”, ”Mastro Cecchetto”, o chiedere a Marino Cecchetti come ha fatto assumere il parentame nelle banche e se ha venduto a 180.000 euro la licenza di assicurazione non è reato!

 

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com