San Marino. L’UPR per un incontro tra ”tecnici” e ”politici”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • L’Unione Per la Repubblica (UPR) lavorerà per la costituzione di un tavolo di lavoro istituzionale pubblico-privato che, nei primi sei mesi della prossima legislatura, definisca un progetto strategico pluriennale per San Marino. Un tavolo istituzionale capace di includere efficacemente mondo delle imprese, delle libere professioni, dell’artigianato, del commercio e delle forze sociali. La fase di emergenza che vive il nostro Stato deve, necessariamente, essere affrontata con modalità di confronto e di coinvolgimento nuove. Intendiamo segnare una novità. Lanciando un progetto che veda l’incontro tra “tecnici” e “politici”.  Oggi, questa proposta, ha senso perché la politica si è isolata e inaridita. Nella nostra storia i grandi partiti sono sempre stati abitati, oltre che da politici, anche dalle migliori competenze del Paese. A quella eccellenza dobbiamo tornare. Per questo puntiamo sulla creazione di un Esecutivo che, fin dal suo atto di nascita, esibisca l’integrazione tra le migliori competenze del Paese e l’esperienza di una classe politica che ritrovi il passo delle migliori stagioni della storia nazionale. No, non è marketing elettorale. E’ la consapevolezza che occorre una proposta politica nuova, con la testa in Europa e il corpo a San Marino. Con il coraggio di usare il linguaggio, spesso impopolare, della verità.

    Unione Per la Repubblica (UPR)

    San Marino, 24 ottobre 2012