San Marino. Messaggio per la Giornata Internazionale della Pace da parte della Reggenza

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • La Giornata internazionale della Pace, che ricorre il 21 settembre, si celebra quest’anno in concomitanza del 75° anniversario delle Nazioni Unite.
    Ricorrenze che confermano la volontà degli Stati e della comunità internazionale, dopo l’orrore, le macerie e le indicibili sofferenze causate dalla guerra e dalla violenza del secolo scorso, di concorrere a costruire un futuro di pace per tutti gli uomini.
    Una pace che non può esistere senza giustizia, senza il rispetto dei diritti e della dignità di ogni essere umano, senza l’affermazione di quel diritto internazionale che l’ONU ha faticosamente costruito dal dopoguerra a oggi.
    Oggi dobbiamo affrontare altre gravi minacce che coinvolgono l’intera umanità. Minacce alla sostenibilità del nostro pianeta che rischiano di compromettere irreparabilmente le condizioni di vita delle generazioni a venire. E in questi tempi difficili, una pandemia dal terribile costo in termini di sofferenza, di perdita di vite umane e dall’impatto devastante sulle nostre società e sulle nostre economie. Di certo, essa contribuirà ad aggravare disuguaglianze, ad aumentare povertà e miseria, ad inasprire tensioni internazionali e a suscitare nuovi conflitti. “Creiamo insieme la pace” questo è il tema cui è dedicato quest’anno la Giornata Internazionale della Pace. Un’ ulteriore, importante occasione per comprendere che l’impegno per la pace è compito che riguarda tutti, perché oggi come settantacinque anni fa la speranza per il futuro è riposta nella capacità di unire le forze per fronteggiare queste minacce e per affrontare insieme una “ ripartenza” in grado di garantire maggiore equità e solidarietà, sostenibilità e inclusività.
    Oggi, pertanto, siamo chiamati a percorrere con convinzione e determinazione ancora maggiori la strada del dialogo e della collaborazione, della ricerca di intese per far fronte a sfide che solo se affrontate globalmente possono trovare una valida soluzione.
    Ed è questo lo spirito con cui, proprio nel giorno in cui si celebra il 75° anniversario dell’ONU, la nostra Repubblica ha confermato il proprio sostegno alle Nazioni Unite, ribadendo il ruolo del multilateralismo nella promozione della pace, dello sviluppo e dei diritti umani.
    La pace è obiettivo che non coinvolge solo gli organismi internazionali e gli Stati, ma la società civile tutta, tenuta ad adoperarsi per promuovere una autentica cultura della pace, per educare i più giovani al rispetto di quei valori di pace, libertà e rispetto della dignità di ogni essere umano in cui la nostra Repubblica affonda le sue radici.

    Comunicato stampa Capitani Reggenti