San Marino. Monorotaia e non solo. Canti le suona a Michelotti: “Faccia chiarezza”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Con il comunicato stampa del 9 Gennaio, come al solito, il Segretario di Stato Michelotti non ha perso un istante per mostrare il vero metodo di questo Governo, ovvero, rispondere “spostando o deviando l’attenzione” su altri temi anziché chiarire le reali intenzioni sul progetto/i della “monorotaia” o “people mover”.
Mi preme, in primis, rispondere al Segretario di Stato Michelotti dicendo che né io né la Democrazia Cristiana, a cui appartengo, si è “messa sul sentiero di guerra in difesa della Sinpar…”; queste sono solo deduzioni del Segretario Michelotti, che, come dicevo, servono per spostare l’attenzione dalla vertità dei fatti. A tal proposito vorrei ricordare come, i suoi predecessori (appartenenti alla Democrazia Cristiana), nella passata legislatura, abbiano effettuato numerosi incontri con i responsabili della Società Sinpar per giungere ad una risoluzione anticipata della convenzione e che purtroppo, a causa della interruzione anticipata della legislatura, non è stato possibile definire.
Vorrei invece che il Segretario Michelotti, dopo l’articolo apparso lunedi 7 Gennaio u.s. a firma dell’Arch. F. De Simone (ripreso anche dalla San marino rtv), riferisse sulle reali intenzioni. In un comunicato dice che è stato preso in giro per la monorotaia ma non è che si sta valutando di fare la monorotaia da un anno a questa parte, il people mover era già stato valutato nelle precedenti legislature. A riprova di ciò c’è il fatto che nella finanziaria del 2011 fu inserita la possibilità di realizzare un collegamento veloce Rimini-San marino. I predecessori di Michelotti a guida democristiana avevano istitutito un tavolo tecnico con Rimini dove si dovevano risolvere le criticità relative alla statale 72 e valutare il progetto di De Simone, cioè il collegamento veloce Rimini-San Marino people mover. Era stato sospeso perché il Comune di Rimini aveva fatto un ragionamento del tipo di non sovrapporre quel progetto al Trc. Michelotti oggi dovrebbe fare chiarezza, dirci se la monorotaia è stata inserita nel nuovo piano strategico sulla viabilità e informarci su che cosa ha prodotto il gruppo tecnico che ha istituito. Sul tavolo ci sono infatti tre progetti, quello di De Simone, quello dei cinesi per cui è stato costituito il gruppo di lavoro e quello dei bielorussi”.
In conclusione vorrei dire al Segretario Michelotti che frasi come quelle usate nel suo comunicato di ieri dove definisce la DC “… all’ultima spiaggia oppure non si vergogna di difendere l’indifendibile….” sono frasi che si addicono a questo Governo per come ha gestito la vicenda Asset Banca oppure allo stesso Segretario Michelotti per come ha gestito il Testo Unico delle leggi Urbanistiche ed Edilizie (prossimo alla quarta modifica nell’arco di 1 anno) e non alla Democrazia Cristiana oppure al sottoscritto solo per aver chiesto delle semplici informazioni che diversamente non avremmo.

Stefano Canti (Pdcs) su Repubblica Sm

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com