San Marino Nuoto: bracciate da record per Alberto Tasini (dorso) e Clelia Tini

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Grandi soddisfazioni per i giovani atleti della San Marino Nuoto alle finali dei Campionati Regionali, che si sono svolte a Forlì, dove gli allievi dei tecnici Roberto Pellandra e Vania Panichi sono riusciti ad emergere migliorando le loro prestazioni e battendo alcuni record sammarinesi, anche assoluti, così da raccogliere i frutti del loro lavoro. Alberto Tasini nei 100 dorso per soli 2 centesimi non è riuscito a conquistare la medaglia di bronzo, ma con 1’00’’20 ha comunque abbattuto un record sammarinese che resisteva sin dal 2001, stabilendo poi il nuovo primato nazionale anche sui 50 dorso con il tempo di 28’’31. In evidenza anche Clelia Tini, che aspettava da tempo di scendere sotto il limite del minuto nei 100 stile. La tenace atleta sammarinese, per motivi di salute legati ad una spalla, non era riuscita negli ultimi due anni ad allenarsi come avrebbe dovuto, ma non si è data per vinta e in quest’occasione ha dimostrato di poter puntare a obiettivi prestigiosi. Ha ottenuto infatti il nuovo record sammarinese assoluto con 59’’56, la quarta posizione nella classifica regionale e la possibilità di partecipare alle finali dei regionali assoluti. Buona prova per lei anche nei 50 stile libero con 27’’71. Soddisfatto anche Pietro Camilloni, il capitano della squadra sammarinese, quarto nei 1500 stile libero con 16’30’’98, così come sono soddisfatti Arianna Vannucci, che ha notevolmente migliorato il proprio personale nei 400 misti, fermando il cronometro a 5’25’’80, e Andrea Castellani con il suo miglior tempo (2’18’’63) nei 200 farfalla. Non ha deluso le aspettative neppure Michele Gasperoni (1995), la giovane promessa del nuoto sammarinese, che ha migliorato il proprio tempo nei 1500 stile di ben 20’’ (18’24’’29), classificandosi al 4° posto a soli 3 centesimi dal terzo dopo un’entusiasmante testa a testa sino all’ultima bracciata. In gara anche Valentina Grassi, che sta attraversando un momento difficile a causa di problemi alla spalla, ma è comunque riuscita ad agguantare la finale nei 50 dorso, giungendo settima con il tempo di 32’’33, e Salvatore Alaimo, a sua volta 7° nei 1500 stile. Stasera, intanto, durante un’assemblea dei soci verrà rinnovato il direttivo della San Marino Nuoto in seguito alle dimissioni del presidente uscente Andrea Tini, eletto come membro del nuovo consiglio della Federazione Nuoto.

     SanMarinoOggi