San Marino. Nuove Idee Nuove Imprese, la testimonianza di Francesco Amati del Gruppo ASA di San Marino,

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Francesco Amati del Gruppo ASA di San Marino, ha concluso le testimonianze degli imprenditori riservate ai partecipanti alla competizione che dovranno preparare il loro Business Plan per concorrere ai premi 2012: 20.000, 12.000 e 6.000 euro. Con l’ultima testimonianza di Francesco Amati del Gruppo ASA, si avvia la fase della preparazione del Business Plan per Nuove Idee Nuove imprese, la competizione promossa da 10 enti della provincia di Rimini e della Repubblica di San Marino (le 2 fondazioni Cassa di Risparmio, le Camere di Commercio, le associazioni industriali, le università) e con il Patrocinio della provincia di Rimini e delle Segreterie di Stato all’Industria e al Lavoro di San Marino.

    Il gruppo ASA (imballi metallici) è una azienda della famiglia Amati, fondata oltre cinquanta anni fa.

    Francesco Amati, responsabile delle “Operation” (tutte le attività per mettere a disposizione dei Clienti prodotti e servizi), ha raccontato, seguitissimo dai partecipanti, l’avventura di rilancio della “L.Sauter” un’azienda con sede nella Svizzera tedesca al confine con la Germania, che è entrata a far parte del Gruppo di San Marino circa tre anni fa, in piena crisi economica. Dopo tre anni di duro lavoro, oggi l’azienda è diventata uno dei motori trainanti con ampie ripercussioni positive anche sugli altri stabilimenti (in particolar modo San Marino).

    Anche se non si tratta di una start-up, l’attività di rilancio presenta molti aspetti di per sé paragonabili ad una attività che parta da zero. E’ stato infatti necessario valutare l’opportunità e saperla cogliere; selezionare il personale; chiudere alcuni reparti e rilanciarne altri; definire previsioni, analisi dei mercati, budgeting, in pratica tutto ciò che deve fare una nuova impresa.

    I partecipanti, da adesso in poi, debbono preparare il loro business plan e consegnarlo entro il 30 settembre, per concorrere ai premi 2012, di 20.000, 12.000 e 6.000 euro. Prima della premiazione, prevista il 29 Novembre, riceveranno ancora assistenza da professionisti e associazioni, per la fase di creazione e avvio dell’impresa.