San Marino. Osla parla di Paese immobilizzato e chiede stabilità, il rafforzamento del sistema bancario e un progetto di sistema

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

OSLA esprime il proprio disappunto per la diffusione di notizie allarmanti e non verificate in merito al settore bancario e finanziario sammarinese.

La cosa è ancor più grave in quanto tali attacchi provengono, in modo anonimo, in un momento estremamente delicato per il Paese e per le sue banche, con l’obiettivo di destabilizzare il sistema.

Bene ha fatto il Presidente di Banca Centrale Catia Tomasetti ad intervenire pubblicamente, per sottolineare che l’Istituto è vigile e, qualora fossero emerse gravi irregolarità, sarebbe già intervenuto.

La stabilità e il rafforzamento del sistema bancario sammarinese rimangono la priorità da affrontare nel Paese, così come sottolineato anche dagli esperti del Fondo Monetario a termine dell’ultima visita sul Titano.

L’impegno del Governo e del sistema Paese deve essere massimo per aumentare il livello di fiducia, perché senza questa non c’è sviluppo né crescita.

Allo stesso tempo OSLA torna a chiedere di procedere con celerità verso le priorità del Paese: stabilizzazione del sistema bancario sammarinese e firma del Memorandum d’Intesa con Banca d’Italia, spending review e piano per lo sviluppo economico del Paese.

Serve un progetto di sistema con la più larga condivisione possibile, perché gli imprenditori non si possono più permettere l’immobilismo causato dall’incapacità della politica tutta ad abbandonare momentaneamente lo scontro e a trovare punti in comune per risollevare il Paese dalla crisi in cui versa già da diverso tempo.

Osla

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com