San Marino. Pier Paolo Fabbri, Presidente ABS, su Maxdo: ”valutare attentamente l’operazione prima di rinunciare”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Dedicare un tavolo al settore finanziario “e’ quanto mai opportuno”. Pier Paolo Fabbri, presidente di Abs, associazione bancaria sammarinese, intercettato a Palazzo Begni, al termine del secondo appuntamento del tavolo dello sviluppo, commenta cosi’ la proposta di realizzare un appuntamento ad hoc per un settore chiave dell’economia del Titano, in passato come oggi. Fabbri spiega che nel riferimento fatto oggi pomeriggio ai rappresentanti di governo, forze politiche, sindacati e associazioni di categoria, ha rimarcato l’importanza di dedicare un tavolo al settore del credito: “Ci sono delle specificita’- puntualizza- che e’ necessario affrontare in un appuntamento apposito, poi ci sono temi di sistema che devono essere trasversali, come per esempio quello del mercato del lavoro”.     Tra i punti che dovranno essere messi in agenda del tavolo sulla finanza, Fabbri cita quelli elencati ne nel Libro bianco dell’Abs, “come l’internazionalizzazione, l’apertura verso nuovi mercati- spiega- l’efficenza tecnologica delle piattaforme, lo sviluppo del mercato dei titoli obbligazionari e della borsa valori”. Questi quindi sono tutti i temi che “ci aspettiamo di affrontare al tavolo”.     Ad oggi, l’internazionalizzazione porta alla ribalta l’affaire Maxdo Group, che Fabbri difende, malgrado le polemiche. “Non e’ possibile liquidare un’opportunita’ come questa- manda a dire- bisogna certamente valutarla con attenzione nelli”ambito di un progetto reale e compatibile”. Ma, conclude, “non vedo perche’ si dovrebbe rinunciare all’opportunita’ offerta dagli operatori cinesi, non lo farebbe nessuno al mondo”. Dire.it

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com