San Marino. Presidenza Carisp, in Consiglio la sostituzione non passa per un voto. Zanotti è salvo … per ora!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
È stato respinto ieri in Consiglio Grande e Generale, nel comma relativo ai vari odg, per un solo voto l’ordine del giorno dell’opposizione su Carisp che chiedeva tra l’altro la sostituzione dell’attuale discusso presidente dell’istituto di credito sammarinese Fabio Zanotti: 25 i voti a favore, 26 contrari e un astenuto. Zanotti è salvo, per ora.

C’è mancato davvero poco che l’ordine del giorno delle opposizioni passasse e venisse cacciato in malo modo l’attuale Presidente Zanotti. Dopo questa votazione, di certo qualcosa si è mosso e sicuramente la fiducia di tutta la maggioranza si è incrinata verso di lui. C’è chi dice, infine, che sarebbe pronto un posto di prestigio e ben remunerato nella sua Bologna addirittura come Presidente di Delta, magari per seguire più da vicino la gestione vendita Npl Carisp.

Relativamente alla votazione, è della stessa opinione anche il Consigliere Matteo Zeppa di Rete che sulla sua pagina Facebook scrive: ”Mi par chiaro che il Presidente di Cassa di Risparmio non goda più della fiducia dell’aula consiliare, al di là di come sia andata la votazione dell’ordine del giorno. Forse una riflessione da parte sua, sarebbe più che dovuta, o no?”.

Altri commenti sui social di esponenti politici non sembrano essere stati postati.

I lavori consiliari riprenderanno alle ore 13.30 di lunedì prossimo.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com