San Marino. Processo ”Corruzione del Congo”. Oggi forse la conclusione e la sentenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Dovrebbe concludersi al Tribunale dei Tavolucci, il processo per il riciclaggio di oltre 70 milioni della ”Corruzione del Congo” – Commissario della Legge avv. Roberto Battaglino. Oggetto del processo il denaro, movimentato a San Marino nella Banca Commerciale Sammarinese sino all’aprile del 2012, del Presidente congolese Brazaville Denis Sassou Nguesso; si parla di oltre 70 milioni di euro.

Il giro vertiginoso di soldi con il Congo era stato scoperto dalla magistratura sammarinese in collaborazione con l’AIF (Agenzia Investigazione Finanziaria). Alla sbarra sono finiti un promotore finanziario francese, tale Philippe Maurice Chironi, un funzionario della Banca Commerciale Sammarinese – Stefano Bertozzi che gestiva i rapporti d’affari con Chironi ed eseguiva le operazioni da lui ordinate- e un presidente del Cda di finanziaria di San Marino, Gastone Travisani all’epoca dei fatti contestati Presidente del consiglio di amministrazione di Business Financial Consulting, società finanziaria finita in liquidazione coatta, e gestore dei mandati fiduciari che Philippe Maurice Chironi sottoscriveva con Bfc in nome e per conto di società delle quali era legale rappresentante, procuratore o delegato.

Le movimentazioni, si parla di circa 70 milioni di euro, sono state effettuate fino all’aprile 2012 attraverso la Banca Commerciale Sammarinese e la Business&Financial Consulting . Secondo l’accusa questi denari si riferiscono a fenomeni corruttivi legati allo Stato africano, il Congo Brazaville e si fa espressamente riferimento al Presidente del Congo, Denis Sassou Nguesso tutt’ora in carica.

 

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com