San Marino. Pugni in faccia e al petto a due volontarie dell’Apas. Rivoleva il cane che aveva lasciato qualche giorno prima perché non riusciva ad accudirlo.

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Non gli volevano restituire il cane che lei stessa aveva lasciato qualche giorno prima all’Apas perché non riusciva più ad accudirlo e così scatta la risposta violenta.

    Una sammarinese aggredisce con due pugni, uno per ogni operatrice, in preda alla collera perché non gli restituiscono il suo cane che lei stessa aveva riconsegnato all’Apas qualche giorno, firmando l’apposito modulo di cessione, dichiarando di non poterlo più tenere.

    Al primo diniego dell’operatrice Apas la sammarinese gli sferra un destro in pieno volto dileguandosi successivamente. Ritorna, poi, qualche giorno dopo e al nuovo diniego sferra un altro pugno in pieno petto ad un’altra volontaria.

    E’ probabile che l’Apas o le operatrici coinvolte, già nella giornata di oggi, provvedano a presentare querela presso il tribunale di San Marino per lesioni.