San Marino. Questione SMI-Conte Pasquini: ”40 famiglie aspettano da 7 anni i loro risparmi”. Il comunicato stampa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Spett.le Redazione,

scrivo in nome e per conto di oltre 40 famiglie sammarinesi e non, che da ormai sette anni lottano per rientrare in possesso dei propri risparmi, al tempo depositati fiduciariamente presso la SMI (San Marino Investimenti S.p.A. oggi in L.c.a.), storica società finanziaria e fiduciaria del conte E.M. Pasquini.

Si tratta, e tengo a precisarlo, di risparmiatori e non di speculatori o di soggetti finanziari.

I denari al tempo raccolti sono stati depositati in gran parte presso banche estere all’insaputa dei risparmiatori, attraverso operazioni finanziarie internazionali, distratti dalla società finanziaria che, giova ricordarlo, era ed è un soggetto vigilato da Banca Centrale.

Il risparmio è stato tradito. Ma nessuno se ne è preoccupato.

Soli, abbandonati, ostacolati e con tutte le spese legali a proprio carico: questa è la sorte dei risparmiatori “traditi” da SMI, dal Conte Pasquini e dallo Stato.

 

comunicato stampa

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com