San Marino. Questione SMI-Conte Pasquini: ”40 famiglie aspettano da 7 anni i loro risparmi”. Il comunicato stampa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Spett.le Redazione,

scrivo in nome e per conto di oltre 40 famiglie sammarinesi e non, che da ormai sette anni lottano per rientrare in possesso dei propri risparmi, al tempo depositati fiduciariamente presso la SMI (San Marino Investimenti S.p.A. oggi in L.c.a.), storica società finanziaria e fiduciaria del conte E.M. Pasquini.

Si tratta, e tengo a precisarlo, di risparmiatori e non di speculatori o di soggetti finanziari.

I denari al tempo raccolti sono stati depositati in gran parte presso banche estere all’insaputa dei risparmiatori, attraverso operazioni finanziarie internazionali, distratti dalla società finanziaria che, giova ricordarlo, era ed è un soggetto vigilato da Banca Centrale.

Il risparmio è stato tradito. Ma nessuno se ne è preoccupato.

Soli, abbandonati, ostacolati e con tutte le spese legali a proprio carico: questa è la sorte dei risparmiatori “traditi” da SMI, dal Conte Pasquini e dallo Stato.

Vi chiedo gentilmente di poter dare massima diffusione al comunicato che allego alla presente e per qualsiasi delucidazione potete contattarci ai contatti sotto indicati.

Grato fin d’ora per ciò che potrete fare,

cordialmente,

Dott. Thomas Berti

Dott. Marco Stolfi

comunicato stampa

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com