San Marino. REFERENDUM. Ecco la beffa! Giudicato inammissibile il quesito abrogativo dei quorum. Passano la libera professione dei medici e fondi ISS

votazioniIl giorno 3 Febbraio il Collegio Garante ha decretato l’ammissibilità di 2 dei 3 quesiti referendari abrogativi presentati lo scorso gennaio.

I tre quesiti riguardavano l’attività liberoprofessionale del personale medico e non medico dell’Iss,  la normativa su fondi ISS sul secondo pilastro previdenziale e l’abrogazione del quorum di validità del referendum.

Solo quest’ultimo è stato giudicato inammissibile. Forse quello che molti sammarinesi aspettavano di più.

Entro 90 giorni dalla decretazione dell’ammissibilità i comitati dovranno raccogliere circa 510 firme (1.5% del corpo elettorale). Dopodichè il Collegio Garante dovrà riunirsi 15 giorni dopo per la validazione di dette firme.

Se il tutto si dovesse concludere entro il 25 Marzo ci sono i tempi tecnici per indire il referendum per il 25 Maggio, ovvero l’ultima domenica utile per votare i referendum in quanto tra questi e le prossime elezioni dei capitani e giunte di castello devono esserci – per legge – almeno 6 mesi.

 

 

  • Le proposte di Reggini Auto