San Marino. “Risparmio e fiducia in questa pericolosissima crisi”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il Prof.Paolo Savona ex ministro del governo Conte, Presidente della Consob, tra l’altro fra i papabili alla Presidenza di Banca Centrale di San Marino nel 2009 poi declinata dallo stesso economista, intervenendo al convegno “Milano Capitali” del 5 aprile ha affermato che “… come ho detto più di una volta, ritengo che il punto di forza dell’Italia sia il risparmio. La priorità deve essere quella di proteggerlo”. Ne dà conto il giornalista Eugenio Sforza su Milano Finanza del 6 aprile ed è un argomento molto importante anche a San Marino, di estrema attualità vista la crisi di liquidità in corso. Prosegue poi l’economista italiano “..il risparmio non ha solo funzioni di incanalarsi verso le varie forme di attività come il finanziamento dello sviluppo e le attività di investimento ma anche un aspetto di solidità sociale..” il punto fermo del Prof Savona è che una migliore gestione delle liquidità porterebbe a vivere meglio investendo nello sviluppo. Ora traslando questi concetti nella nostra Repubblica si deduce che il risparmio non può “finanziare” solo la spesa corrente.
La fiducia dei risparmiatori la si recupera soltanto quando il cittadino si accorge che il suo risparmio serve a migliorare il Paese in cui vive. Occorre al più presto trovare risorse finanziare esterne per “sostituire” i risparmiatori (ed i fondi pensione) con un altro creditore per “tamponare” il momento drammatico che stiamo attraversando seguito da una programmazione economica volta allo sviluppo ed al contenimento delle spese. Per fare in modo che il cittadino non porti più i soldi in Italia occorre dimostrargli praticamente che i suoi soldi non servono a sistemare i “buchi” di liquidità del sistema. Solo così potremo uscire da questa pericolosissima crisi.

Stefano Ercolani

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com