San Marino. I risultati degli atleti sammarinesi nelle gare internazionali della settimana

  • Le proposte di Reggini Auto

  • È stata una settimana intensa per gli atleti sammarinesi, impegnati nelle varie manifestazioni internazionali.  Ai Mondiali Allievi, in Kenya, Francesco Sansovini  ha fermato il cronometro sul tempo di 11″38 nelle qualifiche dei 100 metri mancando il primato personale di appena 7 centesimi. “Le cose sono andate come previsto – spiega il Commissario Tecnico Massimo Piovaticci – Francesco non era affatto intimorito e nell’allenamento di rifinitura di martedì è stato brillante nonostante un fastidio alla caviglia. In gara ha fatto vedere una delle sue migliori partenze, fino ai 60 metri ha retto bene la concorrenza, peccato che non sia riuscito a distendersi nel finale. Il crono lo vede costante sui livelli di tutta la stagione. Si è reso conto che i margini che ha sono notevoli ed è importante che capire che i propri limiti si possono abbattere”. In Polonia, agli Europei Under 23, Alessandro Gasperoni ha partecipato alle qualificazioni 400m fermando il cronometro sul tempo di 50″86. “Alessandro ha confermato il trend outdoor 2017 – prosegue Piovaticci –  leggermente sopra il suo primato personale. È un ragazzo che non si tira indietro e lotta, anche con condizioni climatiche non ottimali, sia a Modena che in Polonia. Ha carattere”.

    Andrea Ercolani volta invece ha corso le qualificazioni dei 400h in 53”45  “Oggi il vento è stato fastidioso – spiega il Commissario Tecnico –  specie sulla seconda curva. Andrea si è visto costretto a cambiare ritmica un ostacolo prima e perciò il finale non è stato il massimo. Il suo crono comunque è buono. Io personalmente sono entusiasta dei miglioramenti di questi ragazzi: hanno lavorato sodo e incarnano l’impegno di tutto il gruppo dei Giochi dei Piccoli Stati e non solo, fanno da traino ad alcuni cadetti che stanno crescendo. Non hanno fatto passerella in queste manifestazioni internazionali ma si sono fatti onore: ampio merito a loro. Il lavoro paga sempre”.

    In settimana c’è stata un’altra importante partecipazione internazionale, anche se a livello individuale e non federale. Eugenio Rossi, infatti, ha gareggiato al prestigioso Meeting Internazionale di Lignano, conquistando il quarto posto nel salto in alto con 2.21 m. Le condizioni della pedana erano difficili ma Rossi si è confermato, ancora una volta, ad alti livelli.

    L’ufficio stampa FSAL