San Marino Rtv. Ci sarà una diminuzione del contributo italiano.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Il 24 settembre, la RSA ha incontrato la Presidente di San Marino RTV, dr.ssa Lorella Stefanelli. L’incontro aveva all’ordine del giorno la questione frequenze, il taglio del contributo da parte italiana e la nuova sede. La Presidente ha comunicato alla RSA di aver recentemente chiesto al Segretario agli Esteri Nicola Renzi lo stato di avanzamento della trattativa con il governo italiano sulle frequenze e che, nonostante le vicissitudini dei governi sia sammarinesi che italiani, la trattativa è ancora in corso sebbene ad oggi non ci siano novità di rilievo.

Nella piena consapevolezza che la riassegnazione delle frequenze, stabilita da Ginevra, sia cruciale per il futuro di San Marino RTV, la Presidente si è detta fiduciosa circa una prossima risoluzione che non potrà essere lesiva dei diritti di San Marino stabiliti nei trattati internazionali.

Sulla questione della diminuzione del contributo italiano, comunicata solo di recente, la Presidente ha comunicato che, insieme alla Direzione Generale, si sta attivando per individuare soluzioni percorribili.

Sulla questione sede, la Presidente condivide con la Direzione e con la RSA, l’esigenza di individuare al più presto un nuovo sito per l’emittente di stato anche per migliorare la sicurezza sul luogo di lavoro. Sarà pertanto necessario valutare, alla luce della riassegnazione delle frequenze, i modelli di sviluppo ipotizzabili per la TV di stato, e quindi presentare le relative proposte aggiornate all’esecutivo che si insedierà dopo le elezioni di dicembre.

 

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com