San Marino. San Marino: Cristina Zavalloni dal Jazz alla lirica

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Venerdì 22 febbraio alle ore 21, al Teatro Titano, per la rassegna “Microphonie” di San Marino Teatro, Cristina Zavalloni si esibirà in un concerto con OCM JAS – Jazz Acoustic Strings (Cesare Carretta violino, Carlo Cantini violino, Matteo Del Soldà viola, Gregorio Buti violoncello, Stefano Dall’Ora contrabbasso con gli arrangiamenti di Cristiano Arcelli)
Cristina Zavalloni è una delle figure più interessanti del panorama musicale odierno, una delle poche voci italiane in grado di disorientare l’orecchio di un pubblico colto o anche solo appassionato. La sua versatilità (è mezzosoprano, ballerina, compositrice) l’ha portata a non avere vincoli di sorta e a riuscire ad abbattere le barriere dei generi musicali.
I suoi concerti sono delle vere e proprie performance in cui è possibile ascoltare pezzi tratti da opere liriche, musiche popolari o classici della musica rock o pop. Il tutto ambientato in una scena suggestiva e carezzevole in cui questa eccezionale artista si muove con disinvoltura sul palco riuscendo, come pochi, a rappresentare le emozioni oltre che cantarle.
Passa disinvoltamente dal Barbican di Londra con Louis Andriessen & Peter Greenway, alla la Scala e la Biennale con Carlo Boccadoro, dal jazz con Stefano Bollani, alla dance con Nicola Conte, dall’ etnopop con Roy Paci e Vinicio Capossela alla la musicista classica contemporanea.
Si presenta come”una cantante jazz. Che fa lirica”. Mentre il Los Angeles Time la definisce “Mezzosoprano straordinariamente versatile, cantante jazz e specialista della new music”.
“Che si tratti di scrivere per i miei gruppi di jazz, di interpretare un’opera di Britten o di Monteverdi, di cantare in una grande sala o in un piccolo club, di dare vita a nuovi ruoli come Anaïs Nin, Sor Juana o gli altri scritti per me dal compositore Louis Andriessen, mi avvicino sempre alla musica con rispetto. – afferma la Zavalloni- In tanti anni, ho imparato a muovermi in mondi musicali apparentemente lontani tra loro e se mi chiedono come si faccia a passare dal jazz alla lirica, rispondo che ‘è un problema di orari di prove, mai di musica’”.
Il programma che presento a San Marino è un songbook, nato su invito di Cesare Carretta, fatto di brani che mi stanno a cuore, immaginato e realizzato per voce e quintetto d’archi. Nel confezionarlo, ho voluto privilegiare la mia anima jazzistica, poichè sapevo di poter contare su musicisti classici perfettamente a proprio agio anche con il linguaggio jazz. Il viaggio musicale si compone di brani originali, standard, musiche di Gershwin e Ellington.

Di formazione jazzistica, intraprende a diciotto anni lo studio del belcanto e della composizione presso il Conservatorio Giovanni Battista Martini di Bologna fino al 1999. La sua attività concertistica la porta a esibirsi sia in festival jazz (Montreux Jazz Festival, North Sea Jazz Festival, Free Music Jazz Festival di Anversa, Moers Music, Bimhuis di Amsterdam, Umbria Jazz, Rumori Mediterranei di Roccella Jonica, London Jazz Festival, I Suoni delle Dolomiti, Nouveau Theatre di Besançon, Sala Scarlatti di Napoli, Novara Jazz Festival, Sant’Elpidio Jazz Festival, Klara Festival di Bruxelles, International Jazz Festival di Rotterdam, Concertgebouw di Bruges, Metastasio Jazz di Prato, Blue Note di Milano, Casa del Jazz di Roma, Banlieues Bleues di Parigi) sia in stagioni classiche (Lincoln Center di New York, Carnegie Hall di New York, Concertgebouw di Amsterdam, Palau de la Musica di Barcellona, Barbican Center di Londra, New Palace of Arts di Budapest, Auditorium Parco della Musica di Roma, Walt Disney Hall di Los Angeles, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Comunale di Bolzano).
Si è esibita con orchestre quali la London Sinfonietta, BBC Symphony Orchestra, Schoenberg Ensemble, Sentieri Selvaggi, Musik Fabrik, Orkest De Volharding, Orchestra della Rai Torino, Los Angeles Philharmonic, ORT, Orchestra Toscanini, diretta da Martyn Brabbins, Stefan Asbury, Reinbert De Leeuw, Oliver Knussen, David Robertson, Jurjen Hempel, Georges-Elie Octor, Andrea Molino.

I biglietti saranno in vendita giovedì 21 febbraio presso il Teatro Titano dalle ore 17 alle ore 20. Il giorno stesso della rappresentazione dalle ore 17. Oppure sul sito www.sanmarinoteatro.sm o presso la Biglietteria del Cinema Concordia tutti i giorni dalle 21 alle 22.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com