San Marino. Scrive un articolo sul lavoro nero delle badanti, e si scopre (lui non lo dice) che la mamma è una OSS cioè una badante anche lei. Lo ha fatto per agevolarla?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Singolare articolo, peraltro condiviso dal sottoscritto dato che sono stato il primo a cliccare il mi piace su facebook, sul sito www.super.sm a firma di Giovanni Zonzini.

D’accordo su quasi tutto, ma quello che ci domandiamo è perchè lo stesso estensore dell’articolo non abbia detto che anche sua mamma è una badante (vedi foto, la mamma è la Bartolini Barbara) regolarmente iscritta nella lista delle OSS? Con questo articolo voleva agevolare sua mamma nell’accaparrarsi clienti oppure è in buona fede e voleva solo denunciare una situazione di lavoro nero?

E, soprattutto, tenuto conto che il lavoro nero è da combattere ci domandiamo se lo avrebbe scritto comunque se non fosse stato direttamente interessato. Voleva agevolare sua mamma? Facendole avere del lavoro in più? Domande che molti si stanno facendo ora, dopo che Giornalesm.com ha scoperto che proprio sua mamma è direttamente interessata ed è lei stessa una badante (OSS).

Ed infine come mai ha mandato avanti la Sig. Falconi, l’altra della lista? Per non far scoprire la parentela tra la sig.ra Bartolini e l’estensore dell’articolo ovvero Giovanni Maria Zonzini. Ora si scrive solo per interesse personale? Magari camuffato per interesse generale.

/ms

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com